Dimezzamento delle indennità in Provincia di Chieti: per la maggioranza il PD fa solo demagogia

In questi giorni il Partito Democratico alla Provincia di Chieti è salito di nuovo in cattedra per impartire a tutti, specie alla maggioranza, lezioni di politica, di etica e di morale. Ma quando si è trattato di passare dai buoni propositi ai fatti, ha palesato per l’ennesima volta tutta la sua incoerenza e le sue contraddizioni. Lo mettono in evidenza in una nota i consiglieri del PdL, Paolo Sisti e Etelwardo Sigismondi. E’ il caso della mozione, presentata e firmata dal consigliere Angelo Radica. Ebbene, con quella mozione Radica propone il dimezzamento delle indennità di Presidente, Assessori e Consiglieri. Fin qui nulla di strano, si direbbe. Sta di fatto che la mozione è approdata regolarmente in Consiglio Provinciale lo scorso 7 ottobre ma in quella sede la minoranza, che non solo ha garantito con la propria presenza lo svolgimento della seduta ma l’ha anche presieduta, quella mozione non l’ha approvata. Aveva tutti i numeri e le condizioni per farlo e allora chiediamo: perché non l’ha approvata, dando così il via libera ai tagli delle indennità tanto invocati? Messi di fronte alle proprie responsabilità e chiamati a decidere, il Partito Democratico e il resto della minoranza hanno dimostrato, semmai ce ne fosse bisogno, di quanta demagogia siano capaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *