Eusebio Di Francesco presenta la scuola calcio unificata di Sambuceto

È stato il cittadino di San Giovanni Teatino più illustre nel mondo dello sport, l’allenatore del Lecce ed ex nazionale, Eusebio Di Francesco, a tenere a battesimo, ieri pomeriggio, la “Virtus Sambuceto”, una nuova società di calcio, presieduta da Luciano Stipani, che si occuperà unicamente del settore giovanile, unificando le due realtà per i più piccoli presenti sul territorio, la Folgore Sambuceto e la Sambuceto San Paolo (che continueranno separatamente le proprie attività agonistiche, la prima nel campionato di Promozione e la seconda nel torneo di Prima Categoria).

L’unificazione delle due società a livello giovanile è stata suggerita e sostenuta dall’amministrazione comunale, che ha invitato le dirigenze a creare un solo organismo per la formazione dei giovani calciatori e ad affiliarlo alla Delfino Pescara 1936, che ha una speciale cura per i settori giovanili.

La Virtus giocherà con gli storici colori della squadra di Sambuceto degli anni Settanta, con maglia a strisce arancioni e blu

«Inaugurare una società pensata esclusivamente per i ragazzi – ha dichiarato felice l’assessore allo Sport, Paolo Cacciagrano – è un orgoglio, anche perché pure io quand’ero bambino ho vestito quegli storici colori della prima squadra del Sambuceto. Ringrazio i due presidenti, Augusto Di Francesco e Gabriele Liberatore, per aver accettato l’invito dell’amministrazione comunale ad unire le forze in nome dello sport, che da sempre unisce, non divide!

Il ringraziamento più grande va ad Eusebio Di Francesco che ha accettato di essere il supervisore della squadra: anche lui è partito dai primi calci a Sambuceto e poi è arrivato ad essere un orgoglio per tutta la cittadina, calcando i campi di serie A e indossando la maglia azzurra della Nazionale, il sogno di tutti i bambini che tirano calci ad un pallone».

«L’obiettivo primario della società – ha spiegato il direttore sportivo Fabio D’Antonio – è quello di curare la formazione ai valori educativi da trasmettere ai ragazzi. Saremo presenti sui campi di tutte le categorie: Piccoli Amici, Pulcini, Pulcini 2001, Esordienti e siamo in attesa anche di poter allestire la squadra dei Giovanissimi, che attualmente sono pochini, ma abbiamo la possibilità di tenere aperte le iscrizioni fino a novembre».

«Il progetto “Società affiliate” – ha spiegato Antonio Palladinetti, dirigente della Delfino Pescara 1936 – è dedicato ai bambini fino a 12 anni, a cui dico che sono qui principalmente per divertirsi, non per fare i campioni a tutti i costi o i calciatori famosi. Si gioca tutti, bravi e meno bravi: questa la filosofia del nostro progetto»

«Prima di tutto – ha chiosato Eusebio Di Francesco, riprendendo il discorso di Palladinetti – sono i genitori che devono fare il salto di qualità, capire che i nostri figli devono divertirsi giocando senza problemi. Inculcare l’aspetto ludico del calcio è quello che più ci preme e che sarà la bussola che i nostri tecnici avranno per accompagnare questi ragazzi nei loro allenamenti e nelle loro partite. Il calcio è il gioco più bello del mondo e va praticato sempre per piacere, imparando nel contempo a rispettare l’avversario ed a cogliere gli insegnamenti dalle vittorie e dalle sconfitte».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *