Domenica, alla riscoperta delle antiche Fonti d’Acqua di Chieti

A “Fonte dei Cannelli” in via Tricalle a Chieti, domenica 16 ottobre 2011 dalle ore 10:00 alle ore 13:00, si svolgerà il primo incontro del ciclo “Alla riscoperta delle antiche Fonti d’Acqua di Chieti ”, nell’ambito degli Appuntamenti della consulta-Chieti: Storia, Storie, Personaggi. L’iniziativa è curata dal gruppo di lavoro formato dalle associazioni: FAI, Camminando Insieme, Speleo Club Chieti, Acquariofili, ANTA, Da Grande Voglio Crescere, Italia Nostra, Libridine, Noi del G.B. Vico, WWF, scaturito dalla Consulta Comunale delle Associazioni del settore Cultura, Beni Culturali, Ambiente. Il progetto si prefigge i seguenti obiettivi la diffusione della conoscenza sull’approvvigionamento idrico di Teate e della Chieti antica attraverso lo sfruttamento intelligente delle risorse naturali che la città offriva; la riscoperta dei luoghi storici delle Fonti d’acqua dislocate nelle varie zone attraverso ricerche storiche, documentazione, racconti di vita quotidiana legate alle fonti; l’elaborazione di un progetto di riqualificazione delle fonti abbandonate; lo studio del percorso delle acque che dall’interno della collina arriva alle fonti. L’opera di ingegneria idraulica che dalla antica Teate fino alla Chieti moderna ha permesso a migliaia di persone di usufruire del bene comune più prezioso: l’acqua. All’iniziativa del 16 ottobre interverrà il prof. Ezio Burri (docente presso l’Università dell’Aquila e Presidente della Federazione Speleogica Abruzzese) e parteciperà Raffaele Fraticelli, poeta dialettale abruzzese. Il programma prevede altresì: la storia della Fonte dei Cannelli; la spiegazione tecnica/geologica sulle sorgenti d’acqua della città; la mostra fotografica sul sito;  racconti, interventi, poesie, balli e canti; uno stand aperitivo completamente gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *