Fondi per la messa in sicurezza delle scuole, l’IdV critica Di Giuseppantonio

“Mentre il Presidente della Provincia Di Giuseppantonio è impegnato ad assecondare i desiderata dei capi del PdL e cerca in tutti i modi di salvare la poltrona, il Presidente della Regione Chiodi sbandiera su tutti i media locali di aver ottenuto dal governo nazionale 221 milioni di euro per la messa in sicurezza delle scuole pubbliche abruzzesi ( quasi 1/5 delle risorse stanziate per tutto il territorio nazionale). Fin qui nulla di strano, tranne il fatto che alla provincia di Chieti spetteranno solo poco più di  3milioni di Euro dei 221. Normale che L’Aquila sia la maggior beneficiaria di questi fondi ( circa la metà ), lo è meno il rapporto con le altre 2 provincie. Forse nella nostra provincia non ci sono scuole da mettere in sicurezza? Forse la Regione ha deciso di non tassarci più e ridarci le cospicue somme versate nelle casse dell’Ente? Forse i nostri figli hanno meno diritti di quelli delle altre provincie?”. Sono le domande che pone Romeo Pasquarelli, componente della segreteria provinciale dell’Italia dei Valori.

“Il Presidente della Provincia aveva promesso che avrebbe chiesto lumi al Presidente Chiodi e che i fondi sarebbero stati distribuiti in modo equo. Tutti proclami mediatici, da lui sentiamo i soliti piagnistei per la mancanza di soldi ma quando i fondi possono essere reperiti la nostra provincia è messa sempre in un angolo. Mentre Chiodi firmava l’accordo con il governo il nostro Presidente era troppo impegnato a salvare se stesso e la propria giunta per perdere tempo a fare gli interessi dei cittadini che rappresenta. La posizione poco chiara dell’UdC – conclude Pasquarelli – nel panorama politico abruzzese ha penalizzato non poco la Provincia di Chieti e dopo questo ennesimo episodio sarebbe il caso che se ne prendesse atto, certificando il fallimento politico di questa maggioranza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *