Casalincontrada, domani assemblea pubblica contro la discarica in Valpescara. Ci sarà anche il sindaco Di Primio

Domani, venerdì 21 ottobre, alle ore 21, presso il Ristorante ACETO in  Brecciarola di Chieti, il Comitato Ambiente e Territorio Valpescara, unitamente a cittadini di Brecciarola, Casalincontrada e Manoppello, incontreranno in una pubblica assemblea il sindaco di Chieti, la Giunta ed i Capigruppo consiliari di maggioranza e minoranza. Il titolo dell’incontro è: “Stop ai veleni nella Valpescara. No al Mega impianto di trattamento rifiuti di Casalincontrada”. L’niziativa del Comitato scaturisce dal fatto che nell’area della Valpescara sono già attivi n. 15 impianti di trattamento rifiuti nel comune di Chieti. A questi rischiano di  aggiungersi altri 15 in fase di autorizzazione, a cominciare da quello di Casalincontrada, e poi quello sul Comune di Rosciano in località Villa Oliveti (trattamento chimico-fisico di rifiuti con deposito al suolo) e quello di Cepagatti in contrada Bucceri (trattamento rifiuti speciali della società Ecopetrol). In particolare, il grande impianto di trattamento rifiuti di Casalincontrada in località Brecciarola è costituito da un enorme capannone di 20.000 mq di superfice per una altezza di 11 metri, che tratterà rifiuti solidi (anche pericolosi) per un totale di 200.000 tonnellate annue, provenienti da tutta Italia (investimento previsto circa 25 milioni di euro).  Il Comitato ricorda infine che meno di un mese fa, il 24 settembre, un imponente corteo di oltre 1.000 persone, ha sfilato lungo la tiburtina per proporre il  blocco temporaneo di tutte le autorizzazioni in istruttoria. Uno studio sui livelli di inquinamento e di rischio per la salute delle persone con censimento del numero degli impianti esistenti e, solo dopo, la concessione delle autorizzazioni per i reali bisogni della comunità locale e non impianti per accogliere i rifiuti di tutta l’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *