Sì al nuovo Renzetti lì dov’è il vecchio

Il nuovo ospedale di Lanciano può essere realizzato sul sito dove sorge l’attuale Renzetti. E‘ quanto emerso dall’incontro che oggi si è tenuto a Roma tra i funzionari del ministero della Salute e la delegazione del comune di Lanciano composta dal sindaco, Mario dal vicesindaco, Pino Valente,dal consigliere comunale e segretario cittadino del Pd, Leo Marongiu e dal dirigente del settore urbanistica, Vincenzo Di Fabio. Nessun problema, quindi, anche se sarà necessario modificare il progetto ‘Caporossi’. L’allora manager della Asl, Michele Caporossi, fece predisporre uno studio per un nuovo nosocomio da 220 posti: la capienza, però, in base alle indicazioni della Regione, è aumentata a 300 e, dunque, c’è da procedere ad un ampliamento dell’attuale area occupata, calcolando che, secondo i parametri ministeriali, sono necessari 240 metri quadri per ogni posto letto. Da quel che si sa, Pupillo ha già messo al lavoro i tecnici e le modifiche sarebbero state già apportate nei giorni scorsi.  Una progetto che, come detto in altre occasioni, non stravolge nulla, anzi, riduce l’ingombro del Renzetti, restituendo respiro a strade come via Milano e via del Mare.

Non appena rientrato a Lanciano, il sindaco chiederà l’immediata convocazione del tavolo tecnico con Asl e Regione per definire, nei tempi previsti, la necessaria documentazione per ottenere i fondi che, come si ricorderà, non riguardano solo Lanciano, ma anche Giulianova, Avezzano, Vasto e Sulmona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *