Rugby, delusione per la sconfitta a Reggio Emilia per il team di Massimo Di Marco

Rugby Reggio supera L’Aquila Rugby per 19-14. I Diavoli hanno così conquistato il primo successo in Eccellenza contro la granitica formazione de L’Aquila.

I 2000 spettatori ed i riflettori di Rai Sport, purtroppo, non hanno portato fortuna ai Neroverdi nel posticipo di lusso allo stadio Mirabello di Reggio Emilia. Per l’occasione, era presente un ospite d’eccezione Jacques Brunell, nuovo tecnico della nazionale italiana di rugby. Il coach è stato accolto con tutti gli onori dall’amministrazione di Reggio. A fare gli onori di casa l’assessore comunale allo sport Mauro Del Bue il quale nel corso un’apposita cerimonia ha consegnato nelle mani del nuovo allenatore il primo Tricolore italiano. Ma veniamo al match.

Al ‘4 minuto del primo tempo sono stati gli aquilani a segnare con Paolucci. Immediata la reazione del Reggio, Jones non sbaglia e centra i pali.

I Diavoli continuano a far soffrire il team aquilano e conquistano un’altra punizione. Halse trasforma. Pochi minuti dopo Halse replica e centra i pali nuovamente. Si apre un varco per Larini che sfreccia per tutto il campo fino a schiacciare l’ovale. Jones trasforma.

Mischia per il Reggio però hanno la meglio gli abruzzesi. L’occasione per i Neroverdi di rimettersi in gareggiata arriva al ’32 con l’ala Santavicca che va in meta da cinque metri. Paolucci non realizza. Ancora L’Aquila al ’40, con la punizione di Paolucci si chiude il primo tempo 16- 11 per il Reggio.

Secondo tempo combattuto con le squadre alla ricerca della vittoria. L’enorme gioco realizzato dal team Neroverde, soprattutto nelle fasi finali del primo tempo, non paga la formazione del coach Di Marco.

Il risultato si sblocca solo al ’28 con un calcio piazzato di Halse. Tre minuti dopo Paolucci sbaglia da posizione facile.

Gli ultimi punti sono di nuovo per L’Aquila Rugby. Paolucci, questa volta non sbaglia e fissa il risultato finale sul 19 a 14, concedendo ai Neroverdi un punto di bonus.

Reggio Emilia Rugby: Jones; Larini (34’ st Bricoli), Carbone (13’ st Apperley), Halse (41’ st Carra), Castagnoli; Griffiths, Cigarini; Mannato, Perrone, Balsemin (39’ pt Carretta)(29 ‘ st Delendati); Moore, Bezzi (cap); Lanfredi (30’ st Scalvi), Bigi (19’ st Riccardo), Fontana. (9’ st Rizzelli). All.: Manghi.

L’Aquila Rugby 1936: Paolucci; Santavicchia, Di Massimo, Gerber, Pezzopane (13’ st Antonelli); Crichton, Leonardi (38’ st Dusi); Long, Zaffiri (cap), Merenghetti (22’ st Di Cicco); Pegoretti, Cialone (27’ st Mammana); Pozzi (13’ st Colaiuda), Marchetto (13’ st Brandolini), Subrizi. Non entrati: Lolli, De Gioia. All.: Di Marco.

Man of the match: Wouter Moore (Reggio Emilia).

Eccellenza, risultati III giornata: San Gregorio Catania v Femi-CZ Vea Rovigo 23-17 (4-1); Marchiol Mogliano v Cammi Calvisano 8-30 (0-4); Mantovani Lazio v BancaMonteParma Crociati 26-18 (5-0); Petrarca Padova v Estra I Cavalieri Prato 13-16 (1-4); Rugby Reggio v L’Aquila Rugby 19 – 14 (4-1)

Classifica: Cammi Calvisano e Estra I Cavalieri Prato punti 10; Petrarca Padova, Femi-CZ Vea Rovigo e Mantovani Lazio punti 7; Banca Monte Parma Crociati e Marchiol Mogliano punti 6; San Gregorio Catania e L’Aquila Rugby punti 5; Rugby Reggio punti 4.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *