San Salvo verso il voto: l’Udc si propone come laboratorio politico

San Salvo, che già negli anni ’80 era un punto di incontro e di confronto, un vero laboratorio politico, con l’attenzione e la partecipazione dei leader nazionali, regionali e provinciali, oggi si avvia verso il voto. Il 20 ottobre scorso l’UDC di San Salvo, guidata dal neo segretario, nonché dirigente nazionale del giovanile, Fabio Travaglini, ha presentato alla città un consiglio direttivo composto da una classe giovane e professionale con una media d’età al di sotto dei trent’anni ed equamente ripartito tra uomini e donne. Nella sede di Corso Garibaldi, c’è stata un’ampia partecipazione soprattutto di giovani. Alla dirigenza sansalvese hanno portato il proprio sostegno l’Onorevole Rodolfo De Laurentiis, il Capogruppo alla Regione Antonio Menna, il Coordinatore Provinciale Angelo Cellini e la Delegata provinciale per le Pari Opportunità.

Il Consigliere RAI De Laurentiis, nel suo intervento, ha affermato che la forza di un progetto politico nasce dalle  dalle proposte e dalle idee ed il valore della proposta UDC è oggi confermato dal consenso e dall’attenzione che la stampa sta riservando in questi mesi al partito.

Il Capogruppo regionale Menna ha ribadito con forza che la classe dirigente del partito è rispettosa ed attenta alle autonomie locali, San Salvo infatti è stata la prima città in Abruzzo a dotarsi di una classe dirigente elettiva conforme al recente regolamento nazionale.

Il Coordinatore Provinciale Cellini ha ringraziato Fabio Travaglini per aver proposto agli iscritti una classe giovane che ha rispettato anche la rappresentanza femminile ed ha assicurato il sostegno del partito e l’interesse delle altre città al “laboratorio San Salvo”.

Il segretario cittadino ha esposto con efficacia gli obbiettivi prefissati dal direttivo e l’idea di far tornare San Salvo ad essere un laboratorio politico che riporti sviluppo e ricchezza sul territorio. Ha altresì affermato con determinazione l’equidistanza del progetto politico che l’UDC si propone, aperto al dialogo democratico ma con il rispetto dei propri programmi e dei propri valori.

Nel corso dei lavori si sono succeduti gli interventi significativi di numerosi esponenti politici della città che hanno chiesto di portare un saluto e dimostrando interesse al progetto : dal Consigliere Regionale del PDL Nicola Argirò, all’esponente dell’area cattolica Domenico Di Stefano, all’ex Sindaco Gabriele Marchese, ad Antonio Turdò e al rappresentante del Partito Socialista Costantino Santini.

Tutto lascia prevedere che la lungimiranza della giovane classe politica porterà San Salvo ad essere un vero e proprio laboratorio di rinnovamento generazionale e programmatico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *