A L’Aquila il derby con il Giulianova. Nuova sconfitta esterna per il Chieti. Il Celano si fa recuperare dalla Vibonese

Va all’Aquila i derby abruzzese della 12ma giornata di Seconda Divisione. I rossoblù s’impongono 3 a 0 al Fadini, contro un Giulianova che è in serie negativa da tre giornate. Vero, i giallorossi fermi da tre turni per quella partita contro la capolista Paganese che oltre nel risultato ha influito anche sulla rosa a disposizione di De Patre. Il tecnico giulese ha dovuto fare a meno Terrenzio, D’Aniello, Morga, Zoppetti, Rinaldi, Recchiuti e Di Michele: difficilissimo mettere insieme una squadra capace di contrastare una formazione come quella aquilana che seppur con qualche balbettamento, ha una lista di giocatori di esperienza. E in campo, le cose probabilmente non potevano andare diverso. Ci si è messo anche il direttore di gara, D’Angelo, di Ascoli Piceno, al quale De Patre ha imputato alcune decisioni che, a suo dire, avrebbero finito per penalizzare il suo Giulianova. Il tris aquilano inizia con Umberto Improta, ex di turno, che va in gol al 3′ del primo tempo. Il Giulianova, però, non demorde e si da da fare per ristabilire la parità: tanto movimento, belle giocate, ma poca determinazione sotto rete. Così, nella ripresa, Piccioni, smorza le velleità dei padroni di casa che sul finire, subiscono con Carcione il gol che chiude gara. L’Aquila si consolida al terzo posto, mentre il Giulianova continua a restare nei quartieri alti, pronto al riscatto.

Un’altra sconfitta in trasferta per il Chieti di Silvio Paolucci e stavolta, come spesso accaduto in precedenza, rimediata nei minuti finali. A Lamezia Terme, i neroverdi hanno tenuto bene il campo. E’ mancato il gol, ma anche questa non è una novità. Stavolta, però, per amor del vero, i teatini avevano schierata di fronte una delle  difese più ermetiche del girone, con appena 6 gol subiti. Chiaro che il compito fosse più arduo del solito per via delle assenze di Berardino, Malerba e Petroni. Nonostante tutto, quando il pareggio sembrava scritto – convincimento rafforzatosi dopo il rigore sbagliato dal Lamezia con De Luca, che ha calciato sulla traversa – i meroverdi si sono fatti sorprendere al 37′ del secondo tempo dal neo-entrato Lattanzi.

Sagra di gol e di errori difensivi incredibili al “Piccone”. Il Celano, che vinceva per tre a zero sulla Vibonese (aveva aperto al 15′ Sciamanna, poi al  20′ e 50’ Marfia aveva posto le basi per il primo secondo successo stagionale) si sono fatti recuperare e superare nel finale dai calabresi. La formazione allenata da Ferrante, nonostante fosse sotto, si è gettata in avanti ed ha vita a un recupero davvero incredibile. Il Celano ha sbandato, si è fatto sorprendere a più riprese, si è innervosito perdendo per espulsione Bagaglini e Amadio (38′ e il 43′ del secondo tempo), e il recupero degli ospiti è stata cosa fatta. Insomma, un’occasione perse e non basta mordersi le mani.

Girone B – 12^ giornata – Aprilia-Ebolitana  1-0  62’ Calderini; Aversa Normanna-Fano  1-0  8′ Petagine; Campobasso-Catanzaro  2-2  45′ Todino (Cam), 74’ Quadri (Cam), 91′ Ulloa (Cat), 92′ Bruzzese (Cat); Celano-Vibonese  3-5  15′ Sciamanna (C), 20′ e 50’ Marfia (C), 23′ e 72’ Doukara (V), 46′ Mazzetto (V), 52’ Cosentino (V), 83’ rig. Corapi (V); Giulianova-L’Aquila 0-3  2′ Improta (L’A),  48’ Piccioni (L’A), 82’ Carcione (L’A); Isola Liri-Fondi  2-0,  40′ Improta (IL), 80′ Caira (IL); Milazzo-Melfi  3-1  11′ Spagna (Me), 15′ Quintoni (Mi), 42′ e 45′ Malafronte (Mi); Paganese-Neapolis Frattese  1-1  15′ rig. Orlando (P), 30′ Varriale (NF); Perugia-Gavorrano  1-1  28′ Rosati (G), 52’ rig. Clemente (P); Vigor Lamezia-Chieti 1-0,  82’ Lattanzio: ha riposato l’Arzanese

Classifica – Paganese 25; Catanzaro 24; Perugia, L’Aquila, Vigor Lamezia 23; Gavorrano 20; Giulianova, Campobasso 18; Arzanese 16; Chieti, Aversa Normanna 14; Neapolis M. 13; Fondi, Isola Liri (-2), Aprilia 12; Ebolitana, Vibonese 11; Fano Alma J.(-2) 9; Milazzo 10; Melfi 8 (- 2);  Celano Olimpia 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *