Un monumento a Gissi in onore dell’ex Ministro Remo Gaspari

Un Monumento per ricordare l’Onorevole Remo Gaspari. A sostenere l’iniziativa è il consigliere regionale Antonio Prospero (Rialzati Abruzzo), da sempre vicino all’ex Ministro scomparso il 19 luglio scorso a novant’anni. “E’ un modo per avere sempre impressa l’immagine di un uomo che ha rappresentato per l’Abruzzo e per gli abruzzesi l’idea del politico illuminato, caparbio e concreto – dice Prospero – capace di essere il vero motore dello sviluppo della nostra terra”. L’iniziativa di realizzare un Monumento a Gaspari, da collocare nella piazza principale di Gissi, suo paese natale, nei pressi della villa comunale, è vista con favore dal figlio dell’ex Ministro, il prof. Lucio Achille Gaspari, direttore del dipartimento di chirurgia dell’Università Tor Vergata a Roma. “Anche il luogo scelto – aggiunge Prospero – ha un significato particolare: vicino casa dell’Onorevole e di frequente passaggio, così da destare in tutti coloro che si soffermeranno dinnanzi al Monumento, il ricordo di una persona che è stato il protagonista dell’Abruzzo moderno. Perché un Monumento? – s’interroga il consigliere regionale Antonio Prospero – Perché anche le nuove generazioni, ossia chi non ha avuto il privilegio come il sottoscritto di conoscere personalmente Gaspari, sappiamo che questo territorio ha vissuto momenti di fulgida crescita socio-economica grazie ai servizi politici, ministeriali e umani di questo grande uomo”. La realizzazione del Monumento comporterà un impegno di spesa importante che vede la disponibilità di diversi artisti per la sua realizzazione.  “L’opera – spiega ancora Prospero – deve essere aperta al contributo economico di imprenditori e di quanti hanno conosciuto l’iniziativa amministrativa e politica dell’ex Ministro”. La  Regione Abruzzo, sempre su proposta del consigliere Prospero, si è attivata per un progetto di legge per l’istituzione della Fondazione Gaspari. “Anche in questo caso – chiosa Prospero – si tratta di un doveroso riconoscimento verso chi ha sempre ottenuto, nella sua lunga carriera politica, il consenso dei cittadini”. Cresciuto politicamente al fianco di un vastese illustre, il senatore Giuseppe Spataro, Gaspari è stato eletto la prima volta deputato nel 1953 con 30.638 preferenze, da allora è stato rieletto, nel ’58 con 43.079 voti, e poi ancora nel ’63, nel ’68, con un numero di consensi costantemente crescente, fino al record del 1987, quando gli abruzzesi gli tributarono una sorta di plebiscito: 177.665 voti. Gaspari venne rieletto anche nel ’92, alla vigilia della fine della cosiddetta prima Repubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *