Arresti dei carabinieri a Casalbordino e Vasto

I carabinieri della stazione di Casalbordino hanno arrestato oggi Fernando Bevilacqua, 38 anni di Vasto con l’accusa di ricettazione di una carta bancomat e indebito utilizzo in applicazione della misura della custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Vasto. All’uomo i militari sono arrivati a seguito di una denuncia che segnalava il furto di un portafogli contenente una carta bancomat. Il bancomat era stato utilizzato il giorno stesso del furto. Ulteriori accertamenti hanno consentito di individuare Bevilacqua il quale è stato anche denunciato per aver violato la misura di prevenzione del divieto di ritorno a Casalbordino per due anni. L’arresto è stato possibile anche grazie alla particolare attenzione rivolta dai carabinieri della Compagnia di Ortona nei confronti del fenomeno dei furti, soprattutto in danno di abitazioni. Sempre i carabinieri della Compagnia di Ortona hanno arrestato un uomo di 45 anni del posto, Nicola Di Lizio, per evasione dagli arresti domiciliari dopo averlo sorpreso fuori dalla propria abitazione in violazione del provvedimento emesso a suo carico dal Magistrato di Sorveglianza di Pescara. Di Lizio doveva espiare una pena residua a seguito di una condanna per furto in seguito al suo arresto, avvenuto a Ortona il 30 maggio scorso. L’uomo si era reso responsabile del furto di dieci parti di motore (monoblocchi del cambio) all’interno del magazzino di proprietà di un commerciante del posto. I successivi accertamenti permisero di rinvenire su un furgone parcheggiato nei pressi dell’abitazione dell’arrestato, 26 cerchi in lega per autoveicoli d’epoca anche questi rubati al commerciante. Di Lizio verrà processato domani per direttissima presso il Tribunale di Chieti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *