Lasciò la figlia in auto nel parcheggio dell’università: patteggia 8mesi il papà di Elena

Otto mesi di reclusione. E’ questa la pena patteggiata da Lucio Petrizzi, il papà di Elena, la bimba di 22 mesi deceduta il 25 maggio scorso dopo essere stata dimenticata in auto sotto il sole nel parcheggio della Facoltà di Medicina Veterinaria a Teramo. Il giudice Marina Tommolini ha accolto la richiesta di patteggiamento avanzata dal legale della famiglia Petrizzi per omicidio colposo, così come era stata concordata con il pm Bruno Auriemma. Al professore universitario sono state riconosciute tutte le attenuanti e la pena è stata sospesa. Inoltre il comportamento inappuntabile del padre che ha collaborato fin da subito con la magistratura chiarendo la tragica dinamica dei fatti (la bimba venne ricoverata al Salesi di Ancona per la grave disidratazione) hanno favorito l’accoglimento della richiesta del rito alternativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *