L’Ecologica Sangro replica alla lettera aperta dell’ex sindaco di Lanciano, Paolini

Tirata in ballo ieri dall’ex sindaco di Lanciano, Filippo Paolini, l’Ecologica Sangro ha replicato sull’attuazione del servizio di raccolta differenziata avviata all’interno della casa circondariale di Villa Stanazzo, dopo la convenzione stipulata tra l’attuale amministrazione comunale e la società, che al momento, “ritiene opportuno sorvolare sull’intento diffamatorio delle incaute dichiarazioni del Paolini, peraltro prive di oggettivo riscontro. Non vorremmo che la ricerca di ulteriore visibilità spinga “qualcuno” a cercare spazio sulle colonne dei giornali e degli operatori dell’informazione, a danno del personale coinvolto”. L’Ecologica Sangro nel comunicato stampa diffuso oggi, spiega che “per la correttezza professionale e morale che contraddistingue la propria attività, nonché quella di tutto il personale dipendente, precisiamo che la “Convenzione-pseudo grande-evento pubblicizzato sperperando denaro pubblico con mega affissioni in tutta la Città” rappresenta una miglioria rispetto al capitolato di gara in essere tra l’Amministrazione Comunale e la Ecologica Sangro S.p.A., la quale ha, invece, interamente sostenuto tutti i costi relativi alla campagna di sensibilizzazione attuata, inclusi quelli di stampa ed  affissione. Ne emerge che “l’ampio risalto” dato all’evento dai media locali, è solo indice del significativo apprezzamento dell’iniziativa che prevede una fase di formazione del personale e della popolazione carceraria, la predisposizione di un’isola ecologica ed il ritiro dei rifiuti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *