E’ morto il pioniere del trapianto di midollo

Glauco Torlontano, pioniere del trapianto di midollo, è morto all’ospedale di Pescara. Aveva 87 anni.
Torlontano è morto in pronto soccorso a seguito di un infarto. Notissimo ematologo e uomo politico, docente di Ematologia all’università di Chieti e insignito della onorificenza di Benemerito della Salute pubblica, Glauco Torlontano è stato un sostenitore delle battaglie contro l’inquinamento atmosferico.

“Pescara ha perso oggi un politico d’eccezione, un medico di straordinario valore che alla ricerca contro le leucemie ha dato un contributo insostituibile negli anni ’70, ’80 e ’90, e ancora oggi erano in tanti, anche medici, a rivolgersi a lui per un consulto, un consiglio, un suggerimento. Pescara domani sarà accanto a lui per l’ultimo saluto e per tributargli tutti gli onori quale uomo di Stato che ha dedicato un’esistenza intera allo Stato e alla scienza – ha detto il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia -. Impossibile non avere un ricordo personalissimo del professor Torlontano come medico innanzitutto, l’uomo che ha sperimentato i primi trapianti di midollo nella lotta contro la leucemia, dando fama e lustro all’intera città di Pescara oltre che all’ospedale civile che non ha mai abbandonato, sino all’ultimo giorno della propria vita professionale. E presto ha accettato di affiancare all’attività medica quella politica, ricoprendo la carica di Senatore per ben tre legislature. E anche nella politica si è dedicato con l’anima del combattente a quelle battaglie che comunque riguardavano la tutela della salute. Sino all’ultimo abbiamo condiviso la difesa della filovia: Glauco ha sempre creduto nella validità e nell’importanza della realizzazione di un mezzo pubblico di massa veloce, a basso impatto ambientale, realmente alternativo al mezzo privato. E fu il primo, quando ero appena divenuto sindaco, a consegnare nelle mie mani le mille firme che aveva raccolto a sostegno della filovia, spronandomi ad andare avanti velocemente con quel progetto». «Saremo presenti con il Gonfalone della città all’ultimo saluto al senatore Torlontano. Alla famiglia, alla moglie e ai figli esprimo a nome della città il cordoglio unanime».

Il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, ricordato che “La sua è stata una vita piena, fatta di impegno professionale e civile. Una persona di grande umanità, capace di compiere scelte coraggiose per i suoi amati malati, per i suoi concittadini pescaresi, per l’Abruzzo, per la salute e la sanità tout court”. Il Presidente Chiodi auspica che tutti “possiamo fare tesoro degli insegnamenti, della lungimiranza e delle qualità del prof. Torlontano”. “Di certo – conclude – la nostra terra ha perso uno dei figli migliori. Sappiamo raccogliere degnamente la sua eredità”.

“Scienziato e ricercatore, Glauco Torlontano è stato un uomo di grande qualità umana, al quale ero molto legato, oltre ad essere stato un grande luminare che ha portato l’Ospedale di Pescara tra i centri di riferimento internazionale per l’ematologia per il Presidente del Consiglio regionale dell’Abruzzo, Nazario Pagano.

“Quella di Glauco Torlontano è stata una battaglia intensa e appassionata per la sanità pubblica. Tutti gli abruzzesi dicono grazie al medico, al luminare, al senatore – ha affermato il segretario regionale del Pd Silvio Paolucci. “Il centrosinistra abruzzese perde uno degli esponenti più appassionati e lucidi della stagione politica più difficile, quella del passaggio fra prima e seconda Repubblica un uomo di una modernità assoluta e di cui sentiremo la mancanza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *