Impiegata rapinata da malviventi armati. 4 romuni arrestati per furto

L’hanno tamponata lungo la strada Fonte Vecchia di Spoltore, poi, armi in pugno e volto coperto, l’hanno derubata. Ed hanno sparato. Queste le fasi cruciali di una rapina messa a segno questa mattina tra Pescara e Spoltore ai danni di una donna di 51 anni, dipendente di un impianto di carburanti la Martima, che  diversi punti vendita. Da quel ch si è appreso, l’impiegata stava facendo un giro a bordo della sua auto per ritirare i buoni benzina già spesi quando è stata bloccata da un furgone. Dal mezzo, rubato a Silvi, sono scesi due uomini con cappucci sul volto e pistole in pugno, che hanno cercato di rompere i finestrini dell’auto e non riuscendoci hanno sparato dei colpi mandando in frantumi il vetro. Hanno preso la busta e sono fuggiti. I malviventi seguivano la donna pensando che avesse con sé l’incasso. Un testimone ha riferito alla squadra mobile (diretta da Piefranesco Muriana) di aver sentito tre colpi. La polizia ha trovato fino ad ora tracce di un colpo (calibro 9).

Hanno messo a segno un furto in un’abitazione di via Botticelli, a Pescara, mentre la proprietaria era in casa, impegnata nelle faccende domestiche. La vittima se n’é accorta subito dopo, ha lanciato l’allarme e i carabinieri hanno arrestato i quattro ladri, tutti romeni. Si tratta di Gheorghe Catalin Radeanu, di 37 anni, Violeta Anisoara Godja, di 44 anni, Neculai Cerbu, di 46 anni, e Ionel Morosanu, di 51 anni, tutti senza fissa dimora e con precedenti di polizia. Dopo aver forzato la finestra della camera da letto, ieri pomeriggio si sono introdotti nell’abitazione di un’anziana, sola in casa, e hanno rubato un orologio, tre telefoni cellulari e vari monili in oro. Subito dopo la fuga dei malviventi, avendo sentito alcuni rumori, la donna è andata in camera da letto, trovando la stanza completamente a soqquadro e ha chiesto aiuto a un vicino di casa il quale, sceso in strada, ha notato il quartetto che si allontanava verso via Michelangelo e ha contattato il 112. Grazie alle indicazioni dell’uomo, i militari hanno rintracciato i ladri, intenti a spartirsi il bottino. La refurtiva recuperata è stata restituita. Gli arresti sono stati convalidati e i quattro sono stati rinchiusi in carcere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *