Eletrodotto Villanova-Gissi, il comune di Lanciano ricorre al Tar

Il decreto di Valutazione d’Impatto Ambientale emesso dal ministero dell’Ambiente in merito all’elettrodotto da 380 kw ‘Villanova-Gissi’, che attraverserà il territorio comunale di Lanciano, in contrada sant’Onofrio, non convince gli amministratori frentani. Così, il primo cittadino di Lanciano, Mario Pupillo, nell’interesse della propria città ma anche di quello di altri 14 primi cittadini della zona, ha deciso di ricorrere al Tribunale amministrativo regionale. Una decisione, ha spiegato oggi in una nota Pupillo, avvenuta dopo gli incontri del 3, 5 e 23 ottobre scorsi, cui hanno partecipato oltre agli esponenti dell’amministrazione di Lanciano, i cittadini interessati dalla realizzazione dell’elettrodotto, il presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio, il consigliere regionale Emilio Nasuti (Gruppo Misto), i 14 sindaci dei comuni e l’ex senatore e attuale consigliere comunale di Guardiagrale, Angelo Orlando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *