Il PD di Pescara denuncia gravi irregolarità del bilancio comunale

Camillo D’Angelo, del PD di Pescara, denuncia gravi irregolarità nel bilancio comunale: si dovranno trovare circa 4 milioni di euro per ripianare debiti eclatanti nei confronti della Società Attiva, che si occupa della raccolta e smaltimento dei rifiuti pescaresi, e debiti derivanti da errori di contabilizzazione delle multe inflitte dal comune.
“La Società Attiva – dice D’Angelo – ha presentato al Comune di Pescara un budget per il 2011 di 17 mln di euro, ma il Comune ha offerto 14mln, la stessa cifra del 2010 per la quale Attiva ha accettato di erogare le stesse prestazioni dell’anno precedente. A parte il credito di 10mln che Attiva ancora vanta – continua D’Angelo – la cosa grave è che il Comune ha stanziato solo 11,2 mln per il 2011 a favore di Attiva per cui, di fatto, mancano all’appello più di 2,5 mln di euro a fronte del preventivo ricevuto ed accettato.”
“Oltre tutto – ha aggiunto D’Angelo – nel bilancio comunale è presente la voce relative alle multe da incassare per un totale di 4 mln, ma è evidente che non si incasseranno tutte: difatti la media di incasso è del 65-70% rispetto al valore nominale delle multe stesse.”
Insomma, secondo il PD, al Comune di Pescara quest’anno mancano circa 4 mln di euro che significano meno servizi, stop al programma di raccolta differenziata, tagli e costi in più per i cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *