Partita l’operazione di promozione dell’acqua del Gran Sasso come prodotto tipico locale

È stata presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa la campagna di sensibilizzazione promossa dalla Gran Sasso Acqua Spa volta a promuovere l’acqua del Gran Sasso prodotto tipico locale. Un’azione tesa a raggiungere due obiettivi, evidenziati dal presidente, Americo Di Benedetto, e dal vice-presidente, Salvatore Santangelo: dal un lato, la qualità dell’acqua che sgorga dalla sorgente appenninica aquilana e dall’altro la necessità di spingere ad una gestione più razionale di tale risorsa.

«Il titolo della campagna “Dal Gran Sasso alla tua tavola. La migliore acqua d’Italia” si basa sul riconoscimento dato alla nostra acqua da una fonte autorevole come Altroconsumo, che la definisce la migliore d’Italia. – Ha esordito Di Benedetto – Il basso residuo fisso la rende leggera e facilmente digeribile e la caratteristica di acqua oligominerale le permette di essere paragonabile a quelle comunemente in commercio, con il vantaggio di una maggiore salubrità derivante dalla possibilità di prenderla direttamente dalla fonte». È intorno a questa idea che si è creata una rete di ristoranti dell’aquilano, in un territorio che si estende fino alla Valle Subequana e alla Piana di Navelli, che utilizzano esclusivamente l’acqua del Gran Sasso, facendola trovare ai clienti sulla propria tavola. Allo scopo l’azienda ha fornito bottiglie in vetro siglate in colore blu e rosso con su riportate le caratteristiche organolettiche dell’acqua. In questo senso va infatti l’intera campagna che come ha ricordato Santangelo «vuole anche combattere gli sprechi che quotidianamente si fanno, spingendo ad un uso razionale e non eccessivo dell’acqua. La comunicazione che oggi presentiamo è dunque il punto di arrivo di una iniziativa complessa che coinvolge sì i ristoratori e i ristoranti, ma soprattutto i cittadini».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *