Droga, coniugi arrestati dai carabinieri a Gissi. Recuperati 2,5 kg di eroina

Un duro colpo allo spaccio di eroina nel vastese è stato inferto dai carabinieri della stazione di Gissi unitamente ai militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Vasto della Compagnia di Vasto che hanno arrestato una coppia residente a Gissi e recuperato, in una casa popolare, 2,500 chilogrammi di eroina.

Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, con questa accusa Lorenzo Cozzolino, 41enne, originario di Cercola e la moglie Italia Belsole, 37enne, originaria di San Giorgio a Cremano, ma da tempo residenti a Gissi, sono stati associati rispettivamente presso la Casa Circondariale di Vasto e presso il Carcere femminile di Chieti.
Da un pò di tempo, i carabinieri, dopo aver notato alcuni movimenti sospetti intorno all’edificio ove è ubicata l’abitazione dei coniugi Cozzolino, avevano intensificato i controlli e, attraverso i militari del Nucleo Operativo, avevano attivato mirati servizi di osservazione, eseguite con le modalità più disparate. Ad individuare la coppia dedita allo spaccio si è giunti dopo l’arresto, lo scorso 16 novembre a Gissi, di un operaio trovato dai carabinieri con 250 grammi di eroina dopo essere uscito dall’abitazione di Cozzolino. La perquisizione è scattata nella tarda mattinata di ieri con l’ausilio di Omex, un pastore tedesco delle Unità cinofile della Legione dei carabinieri di Chieti. La droga, suddivisa in panetti, era occultata in diversi punti dell’abitazione ed in giardino. Oltre alla sostanza stupefacente sono stati sequestrati due bilancini di precisione, una piccola pressa artigianale per il confezionamento sottovuoto dei panetti, 2.500 euro in contanti e 18 proiettili calibro 38.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *