Per 6 mesi molesta la ex: arrestato

Stalking, violazione di domicilio, lesioni, minacce, ingiurie, violenza privata e danneggiamento: con queste accuse è finito agli arresti domiciliari un quarantunenne di Pescara, V.P., che per sei mesi ha perseguitato una donna di Loreto Aprutino con la quale aveva avuto una relazione durata tre anni. Ha cominciato a minacciarla con telefonate e sms, chiedendole di tornare insieme, poi, al suo rifiuto, è passato alle minacce. Ad arrestarlo sono stati i Carabinieri di Loreto Aprutino – della Compagnia di Montesilvano – presso i quali la donna aveva sporto denuncia in più occasioni. Nell’agosto scorso, V.P. l’ha raggiunta sulla spiaggia di Silvi e, dopo averle danneggiato il cellulare, le ha spento una sigaretta sulla spalla. Ai Carabinieri la trentunenne ha poi raccontato di aver avuto danneggiato l’ingresso della serratura dell’abitazione, di essere stata inseguita in auto e di essere stata picchiata in casa. Il gip Gianluca Sarandrea, su richiesta del pm Gennaro Varone, ha disposto quindi l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *