A Vasto la presentazione dell’ultimo libro di Mons. Forte. Incontro per completare San Rocco a Sambuceto

Mercoledì 30 Novembre prossimo, presso il Teatro Rossetti a Vasto, alle ore 18, ci sarà la presentazione del libro dell’Arcivescovo di Chieti-Vasto, Mons. Bruno Forte: “Una teologia per la vita”. Bruno Forte, pensatore e uomo di Chiesa, teologo e filosofo, Pastore e Padre, Arcivescovo Metropolita di Chieti-Vasto dal 2004, autore di decine di opere tradotte in diverse lingue, presenta per la prima volta un suo libro nella sua diocesi. Un libro speciale perchè biografico, il risultato di una lunga intervista a più riprese, in diversi incontri, con un giornalista d’eccezione: Marco Roncalli, saggista e storico, pronipote di Giovanni XXXIII, il “Papa buono”.
“Una teologia per la vita”, con il suo sottotitolo “Fedele al cilelo e alla terra” risponde ad una domanda chiave: “Perchè si fa teologia?” (Marco Roncalli).
Bruno Forte in un intenso colloquio con Marco Roncalli, mette in relazione fede e storia, teologia e filosofia, riflessione e azione pastorale, religione ed estetica, educazione e vita quotidiana. Un libro che racconta la ricerca di Dio nel nostro tempo, la crisi della postmodernità, il confronto tra identità e dialogo, le religioni, la globalizzazione, il futuro del Cristianesimo. Temi e problemi che accomunano l’esistenza di credenti e non credenti.

Alla presentazione interverranno Luciano Lapenna Sindaco di Vasto, Mons. Mario Pagan Vicario Episcopale Vasto, Don Gianni Sciorra Vicario Zonale, Marco Roncalli Giornalista e Storico, Michele G. Masciarelli Teologo, Ilario Bertoletti Filosofo

Intanto oggi, Mons. Forte, ha preso parte ad un incontro che si è tenuto nella sala consiliare di San Giovanni Teatino, per discutere della creazione dei due comitati «pro erigrenda ecclesia» che saranno costituiti per raccogliere i fondi necessari per completare la chiesa di San Rocco a Sambuceto, progettata dall’arch. Mario Botta e la cui prima pietra è stata posta il 13 marzo scorso. Nella riunione si è fatto il punto sullo stato dell’arte dei lavori e dei finanziamenti che concorreranno alla realizzazione sia della chiesa sia del progetto di riqualificazione complessiva del centro storico di Sambuceto, che fa parte integrante del grande disegno dell’architetto svizzero, il quale ha anche donato al Comune il progetto di una torre civica che chiuderà l’intero complesso: la prima tranche di finanziamenti della Conferenza Episcopale Italiana (Cei) è stata già erogata, tanto che le fondazioni e le prime opere stanno già sorgendo nell’area di cantiere, ma ora per avere la seconda tranche occorre che ci siano altri finanziamenti concorrenti. Per la precisione l’opera costerà tra gli 8 e i 10 milioni di euro: la Cei finanzierà il 45% dei costi poi c’è la quota del Comune, che ha assicurato un contributo di un milione di euro, mentre Emilio Nasuti, presidente della I Commissione consiliare (Bilancio) della Regione Abruzzo, ha confermato che la scheda Fas per 3,6 milioni di euro è in attesa solo della pubblicazione della delibera Cipe sulla Gazzetta Ufficiale. “Di quest’opera d’arte – ha spiegato mons. Forte – ne ho parlato con due ministri dei Beni Culturali, Francesco Rutelli e Sandro Bondi, con il presidente della Regione, Gianni Chiodi e numerosi amici: ho trovato una squisita disponibilità in tutti. Come tutti sapete, Mario Botta mi ha regalato il progetto della chiesa a condizione che lui potesse incontrare la gente perché la chiesa è un’espressione del popolo di Dio presente in un territorio. Ritengo che questa sarà un’opera che esprimerà l’anima religiosa dell’intero popolo abruzzese. Tant’è che per le decorazioni interne ho chiesto a Mario Botta di indicarmi un artista abruzzese di fama: mi è stato segnalato Ettore Spalletti, autore di alcune tavole fondamentali dell’evangeliario ambrosiano, che mi ha confermato che metterà gratuitamente a disposizione la sua opera”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *