Operaio perde la vita nella cartiera di Avezzano

Grave incidente sul lavoro questa mattina ad Avezzano. Un operaio ha perso la vita a causa di uno scoppio avvenuto all’interno della cartiera Burgo di Avezzano. I carabinieri e le squadre di soccorso arrivate sul posto stanno ricostruendo la dinamica dell’incidente. A perdere la vita Berardo Massaro, 50 anni, sposato e padre di due figlie. L’uomo, di Luco dei Marsi, impegnato nel turno di notte, è stato investito dall’esplosione di una valvola di un macchinario ubicato nel reparto di produzione. L’incidente è avvenuto alle 6.20. Inutili i tentativi di soccorso: è deceduto sul colpo.

Da quel che si appreso Massaro aveva iniziato il turno di lavoro alle 6 di questa mattina. Dopo mezz’ora, per motivi ancora tutti da accertare, mentre si trovava vicino ad una valvola di uno dei meccanismi che alimentano la cartiera, è stato investito da un getto di aria calda di oltre 200 gradi fuoriuscita dalla valvola che ha un diametro di circa 50-60 centimetri.

Colpito tra la testa e la spalla è morto sul colpo. La valvola in questione era stata riattivata nella notte dopo un periodo di fermo della cartiera. Sul posto si sono recati i carabinieri della Compagnia di Avezzano. Il corpo dell’uomo dopo il benestare del magistrato, il sostituto procuratore della Repubblica Maurizio Maria Cerrato, è stato trasferito all’obitorio dell’ospedale di Avezzano. Il consiglio di fabbrica della cartiera e la direzione hanno deciso in segno di solidarietà di sospendere tutte le attività per 24 ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *