Tributi evasi, la Finanza sequestra beni per 200 mila euro a società pescarese

Nell’ambito della collaborazione tra Guardia di Finanza ed Equitalia è stata condotta un’operazione congiunta presso una società dell’entroterra pescarese operante nel settore della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti. Gli accertamenti svolti dalla Finanza di Pescara con Equitalia hanno evidenziato che la società disponeva di svariati automezzi da lavoro oltre  ad autovetture e motocicli – tra cui un’Audi A6, una moto Yamaha 500 e la Ferrari 430 F1 – su cui è stato effettuato il pignoramento da parte di Equitalia. Al pignoramento, trascorsi i termini entro cui il debitore avrebbe dovuto pagare integralmente il debito, è seguita la vendita e l’aggiudicazione all’incanto della Ferrari per 55.000,00 euro, incassati da Equitalia a saldo di parte del debito iscritto a ruolo da riversare agli enti creditori. L’attività che la Guardia di Finanza assicura in questo delicato settore, quindi, rappresenta un importante tassello nella più ampia strategia di recupero dei tributi evasi e di applicazione effettiva delle pene nei confronti dei trasgressori, fondamentale anche per una concreta deterrenza dell’azione di contrasto all’evasione fiscale complessivamente intesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *