La Giunta Regionale delibera l’assunzione di nuovi dirigenti

“La Regione Abruzzo assume nuovi dirigenti, già troppi in rapporto a quelli presenti nell’organico di altre regioni”. E’ la denuncia del capogruppo dell’Italia dei valori in Consiglio regionale, Carlo Costantini.

La Giunta Regionale, infatti, con la deliberazione 714 del 24 ottobre 2011, preso atto della disponibilità di Euro 673.829,50, ha deciso di assumere nuovi dirigenti con un piano di assunzione per il prossimo triennio, 2011- 2013.

“Mi era parso di capire” – afferma Costantini – “che in Abruzzo i dirigenti regionali fossero già troppi, in rapporto a quelli presenti nell’organico di altre regioni”. “Mi era parso anche di capire che l’ingresso negli organici della regione delle centinaia di lavoratori e dirigenti provenienti dagli enti disciolti (arsa, aptr etc.) sarebbe bastato ad evitare nuove assunzioni (e spese) per anni”.

“A prescindere dalle disponibilità dei bilanci dei singoli enti” – aggiunge ancora il consigliere regionale IDV – “la riduzione della spesa per il personale della pubblica amministrazione deve essere ritenuta da tutti una necessità”.

“Mi era parso che tali esigenze fossero condivise anche dal Presidente della Regione”. “Evidentemente” – sottolinea Costantini – “mi sbagliavo!”.

“La Giunta Regionale” – lamenta Costantini – “non ha deciso di risparmiare o di utilizzare queste risorse per compensare i tagli indiscriminati che hanno colpito i ceti più deboli della nostra comunità, nonostante il parere assolutamente negativo del tavolo della delegazione trattante”.

“Non c’è un euro e se si trova tra le pieghe del bilancio, si spende per l’unica cosa che non serve all’Abruzzo ed agli abruzzesi: l’assunzione di nuovi dirigenti, che ingrosseranno le fila dei superfenomeni che ogni anno costano ai contribuenti abruzzesi anche 140.000,00 euro cadauno”, così sentenzia il Consigliere regionale dell’IDV.

”Come al solito” – conclude l’esponente IdV – “Chiodi predica bene e razzola male!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *