Nel teramano si perde lavoro, il Psi lancia appello all’assessore regionale Paolo Gatti

“Continua in modo costante e continuativo la perdita di lavoro nel teramano. Soprattutto nel settore legno, tessile e delle costruzioni, il momento è diventato drammatico” E’ quanto pone in evidenza Guido Paci, dirigente regionale PSI Abruzzo, responsabile del partito in Val Vibrata e responsabile commissione Lavoro e rapporti con il sindacato. “I disoccupati teramani aumentano e raggiungono in percentuale le due cifre , con interi nuclei familiari costretti a chiedere aiuto alla Caritas o ai famigliari più vicini. I socialisti insistono nel ribadire che in questo momento l’unica alternativa alla povertà sono gli ammortizzatori sociali da rinnovare anche per il 2012 facendo appello all’assessore regionale al lavoro Paolo Gatti affinché metta in atto una riunione urgente del Cicas Abruzzo prima di Natale per fare in modo che almeno tutte queste famiglie disagiate possano passare in modo lieto le feste a venire. Ricorda anche che il governo Berlusconi, prima delle sue dimissioni, aveva inserito nella legge di stabilità per il 2012 un articolo dove venivano rifinanziati gli ammortizzatori sociali per un importo pari ad un miliardo di euro da destinare alle regioni. I socialisti teramani ribadiscono la posizione del loro partito, vicino alle problematiche del mondo del lavoro, continuando a sensibilizzare le autorità preposte affinché le stesse si adoperino alla soluzione dei problemi da noi messi in evidenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *