Teramo vieta i botti di fine d’anno. A Chieti appello per salvaguardare gli animali domestici

Come accade in altre centinaia di città italiane – alcune di grandi dimensioni –  pure a Teramo saranno vietati i fuochi di artificio per la notte di Capodanno. Il Sindaco Maurizio Brucchi, a tal proposito, ha emanato una Ordinanza con al quale viene disposto che su tutto il territorio comunale è vietato portare con sé, nei luoghi pubblici o aperti al pubblico, materiale esplodente, non si possono accendere fuochi né far esplodere petardi, castagnole e simili artifici esplodenti. La disposizione, ovviamente, non si applica per le manifestazioni pubbliche autorizzate, con la presenza di personale esperto. Il Sindaco ha anche disposto che agenti del corpo di Polizia Municipale possono riprendere con telecamere o macchine fotografiche i balconi dai quali eventualmente partiranno i fuochi. Sono previste, per i contravventori, sanzioni fino ad un massimo di 500 euro.

Il Sindaco Brucchi sottolinea “Il segnale di civiltà che intendiamo dare con tale decisione. Il Capodanno è un appuntamento che va celebrato nel pieno rispetto degli altri, partecipando a feste e celebrandolo in uno spirito di reale allegria e divertimento. La necessità di tutelare l’incolumità di persone e beni (nonché degli animali) è, tra l’altro, di particolare attualità proprio in vista della grande festa di Piazza Martiri, organizzata dal Comune, che richiamerà tanta gente e che non potrà essere nemmeno sfiorata dal minimo rischio. So che i cittadini teramani – tra l’altro di grande tradizione a tal proposito – sapranno comprende e rispettare l’Ordinanza, il cui unico scopo è di garantire a tutti e per tutti il più alto livello di tranquillità”.

A Chieti, il Consigliere Comunale Delegato al Randagismo, Franco Di Pasquale, ricorda ai cittadini di Chieti, proprietari di animali domestici, di provvedere affinché gli animali stessi, nella serata tra il 31 dicembre 2011 ed il 1º gennaio 2012, vengano posti in ambienti riparati ed al chiuso o all’interno delle abitazioni. “Adottare questa semplice precauzione, soprattutto nella notte di San Silvestro – ha commentato il Consigliere Di Pasquale – è utile al fine di evitare che i botti e gli spari di fine anno possano spaventare gli animali lasciati in spazi aperti provocandone la fuga. In passato la mancata applicazione di questa semplice precauzione ha provocato incidenti automobilistici anche gravi in cui sono rimasti coinvolti ignari cittadini”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *