Pedaggi autostradali alti, per Confcommercio a rischio le potenzialità di mercato delle imprese regionali

Costi autostradali alti in confronto alle realtà regionali vicine e pericolo di un consequente aumento dei costi che ‘potrebbero condizionare le gestioni economiche delle nostre imprese, riducendone le loro potenzialità di mercato’. La Confcommercio Abruzzo è chiara nella sua richiesta d’intervento per ‘verificare anche l’opportunità d’istituire un’unità operativa composta da tecnici che provveda a monitorare costantemente le entità e le congruità dei pedaggi di che trattasi in relazione ai chilometri percorsi, ma anche dei livelli di costi, tariffe e servizi che incidono notevolmente sulla tenuta della competitività del nostro sistema economico che non può più sostenere ulteriormente costi ingiustificati che ne compromettono in prospettiva anche le potenzialità future’. L’associazione di categoria dei commercianti sostiene che i  “livelli elevatissimi dei pedaggi autostradali che già erano evidentemente altissimi nello scorso anno ma che, con gli aumenti scattati da ieri, hanno raggiunto quotazioni penalizzanti per il nostro Sistema Economico che, come gli altri, risente dell’attuale pesante crisi economica e degli effetti dei danni del sisma che hanno ulteriormente indebolito il nostro tessuto economico e produttivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *