Condannati per guida in stato di ebrezza o per effetto di droghe lavoreranno gratuitamente per la Provincia di Teramo

Chi sarà condannato alla pena del lavoro di pubblica utilità dal tribunale per guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti lavorerà gratuitamente per la Provincia di Teramo. I soggetti, che hanno riportato condanne ai sensi degli articoli 186 e 187 del Codice della strada, quindi, presteranno servizio gratuito presso l’Ente per attività di manutenzione della viabilità, beni patrimoniali e amministrative. Siglata oggi la Convenzione tra la Provincia e il Tribunale di Teramo che consentirà a venti persone condannate alla pena del lavoro di pubblica utilità di svolgere attività presso l’Ente di via Milli. Le prestazioni che i soggetti saranno chiamati a svolgere in Provincia, in particolare, riguardano i seguenti ambiti: manutenzione della viabilità e dei beni patrimoniali dell’Ente; attività di supporto al settore del Personale e della Segreteria Generale. L’attività sarà svolta in base a quanto disposto nella sentenza di condanna, nella quale il giudice indica tipo e durata del lavoro di pubblica utilità. In particolare, la convenzione riguarda persone che abbiano riportato condanne ai sensi degli articoli 186 (guida in stato di ebbrezza) e 187 (guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti) del Codice della strada.

“E’ una novità assoluta – spiega il vice presidente della Provincia con delega alle politiche sociali, Renato Rasicci – aver esteso questa opportunità anche a coloro che hanno riportato condanne ai sensi dell’art. 187 del codice della strada, ossia per guida in stato di alterazione psicofisica per uso di sostanze stupefacenti o psicotrope. Questa convezione, in virtù della quale la nostra Provincia viene inserita nell’elenco degli enti convenzionati a ricevere soggetti chiamati a svolgere lavori di pubblica utilità ai sensi del decreto ministeriale 26 marzo 2001, rappresenta una concreta opportunità di riabilitazione e recupero dei soggetti destinatari attraverso attività che andranno a beneficio dell’intera collettività. Di questa opportunità ringraziamo il Tribunale di Teramo e il suo Presidente, Giovanni Spinosa, per la grande disponibilità dimostrata”.

La Provincia come ente convenzionato dovrà garantire: la copertura assicurativa; il coordinamento delle attività lavorative dei condannati, attraverso i dirigenti di settore, e il rilascio della relazione finale del lavoro svolto. La Convenzione ha durata quinquennale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *