Tribunali minori, il sindaco di Lanciano convoca nuovo incontro con politici, magistrati e avvocati di Vasto

Sereno e proficuo confronto. Lo specifica bene il sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, nell’invito che oggi inviato al sindaco di Vasto, Luciano Lapenna, ai presidenti dei tribunali delle due città, Ciro Riviezzo e Antonio Sabusco, ai procuratori capo Francesco Menditto e Francesco Prete, ai presidenti degli ordini forensi, Sandro Sala e Nicola Artese, al presidente della Camera Penale di Lanciano, Alessandro Troilo, al Presidente della Provincia, Enrico Di Giuseppantonio, all’on. Gianfranco Tenaglia, ai senatori Giovanni Legnini e Fabrizio Di Stefano, nonché ai componenti della Consulta per la salvaguardia del Tribunale di Lanciano, formata il 5 dicembre scorso dall’amministrazione comunale (ne fanno parte lo stesso Pupillo, il presidente Riviezzo, il procuratore Menditto, gli avvocati Sala e Marco Di Domenico, in rappresentanza della minoranza in Consiglio comunale, Giacomo Nicolucci, della Camera penale frentana, Angela Nigro, della segreteria del consiglio dell’ordine forense di Lanciano, Angelo Allegrino, della Confcommercio, Enzo Giammarino, della Confesercenti e Claudio Castellano, rappresentante dei dipendenti del tribunale).

La riunione, come la precedente, svoltasi il 5 gennaio scorso, si terrà, il prossimo 10 gennaio, al Palazzo degli Studi di Lanciano. La speranza, stavolta, è quella che davvero vi sia il faccia a faccia con la delegazione vastese sull’ipotesi di accorpamento tra i due presidi, con sede unica proprio nell’edificio di corso Trento e Trieste o se le strade resteranno separate con due distinti progetti. La giunta Lapenna, d’accordo con il Consiglio dell’Ordine Forense di Vasto, come si sa ha preparato un sua soluzione che prevede un ampliamento dell’attuale palazzo di giustizia, in via Bachelet, interventi da effettuare accendendo un mutuo di oltre 500 mila euro, in modo che si possa ospitare anche gli uffici giudiziari di Lanciano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *