Chiricò-Pavoletti, ci pensano loro a inventare il terzo posto della Virtus Lanciano

La vittoria che apre come meglio non si poteva il 2012 della Virtus Lanciano arriva a un minuto dalla fine di una partita difficile, che il Bassano avrebbe anche meritato di pareggiare. Ma la differenza, si sa, la fanno i giocatori che danno del tu al pallone. E la Virtus Lanciano ne ha un paio che le partite le possono vincere in totale solitudine. Stiamo parlando di Cosimo Chiricò (foto in alto a sinistra) e Leonardo Pavoletti, che al terzo minuto di recupero dei 4 concessi confezionano il gol che consegna vittoria, tre punti e terzo posto ai rossoneri. Il gol racconta le qualità di questi due giocatori che – se resisteranno insieme alla società alle sirene del mercato invernale – faranno le fortune della Virtus Lanciano. Corre il minuto 93′, manca un minuto alla fine di una partita ormai sulla strada di un deludente pareggio: Chiricò rimette la palla in gioco da fallo laterale, Margarita trova il varco giusto con un numero per restituirgliela e quello che fa? Una veronica al limite dell’area di rigore che manda a farfalle Bonetto e apre al sinistro da 10 metri, in posizione leggermente defilata. Il portiere del Bassano fa il miracolo, ma sulla ribattuta c’è il fenicottero di Livorno, al secolo Leonardo Pavoletti, che fa esplodere un Guido Biondi come era già capitato con il sinistro di Mammarella contro il Barletta. Partita finita e tutti sotto la curva, come contro il Barletta. Pace se il Bassano era andato più volte vicino al gol con Baido, che sulla fascia sinistra rossonera orfana come non mai di Mammarella (squalificato), fa il bello e cattivo tempo. Giocano bene gli uomini di Iaconi, mentre Gautieri ha il suo da fare a cercare la soluzione a un gioco confusionario e prevedibile: ad un certo punto l’unica soluzione offensiva della Virtus Lanciano era Chiricò, servito costantemente sulla destra per chiedergli di saltare uno, due, tre uomini. Turchi, che i dati di Virtus Lanciano Lab danno in ottima forma fisica, non incide. Anzi, arriva spesso secondo sulla palla. Schierato a sinistra, come Vastola d’altronde, forse non dà il meglio di se. Pesa anche l’assenza di Massoni, sostituito da Rosania, incerto in alcune situazioni di gioco dove Amenta sbroglia da veterano del ruolo. Nel primo tempo la difesa traballa sulle incursioni di Baido, che alla mezzora coglie la traversa con Amabile battuto. Ma al 94′ è già tutto dimenticato, archiviato, come è giusto che sia. Chi l’avrebbe mai detto che la Virtus Lanciano all’inizio del mercato invernale sarebbe stata in pole position nel girone B di Lega Pro a 30 punti, con un bomber come Pavoletti in doppia cifra e un Chiricò pronto a farsi tre giri di campo maglia in mano non appena segnerà un gol al Guido Biondi? La squadra con in testa mister Gautieri, sa dove può arrivare, nonostante la società continui a parlare, comprensibilmente, di salvezza. Domenica c’è la Triestina, a un passo dal fallimento societario, oggi sconfitta a Salò. Si può fare, bisogna solo crederci e dare il pallone a quei due.

VIRTUS LANCIANO: (4-3-3): Amabile 6; Aquilanti 6, Rosania 5.5,  Amenta 6.5, Vastola 5; Capece 6 (40’s.t. Margarita 6), D’Aversa © 6, Volpe 5.5; Chiricò 7, Pavoletti 7, Turchi 5 (36’s.t. Zeytulaev sv). A disp.: Amabile, Di Filippo, Ferrara, Novicic, Improta. All.:Gautieri 6

BASSANO VIRTUS (4-3-1-2): Grillo 6.5; Martina 6, Basso 6, Drudi 6, Bonetto 5; Lorenzini 6, Lucca 6 (46’s.t. Lanzarotto sv), Morosini 5.5 (34’s.t. Iocolano 6.5); Ferretti 6.5, Longobardi 6, Baido 6.5 (28’s.t. Guariniello 5.5). A disp.: Poli, Gasparello, Proietti, Stefanin. All.: Jaconi 6

ARBITRO: Benassi di Bologna 6

MARCATORE: Pavoletti al 48’st

NOTE: terreno in discrete condizioni, giornata soleggiata. Spettatori: 1300 circa. Ammoniti: Ferretti, Bonetto, Basso, Rosania, Pavoletti, Chiricò, Aquilanti. Angoli: 9 a 1 per la Virtus Lanciano. Recupero: 1‘ pt, 4’st.

I risultati e la classifica della 18^ Giornata: Andria-Spezia 1-2; Carrarese-Cremonese 2-1; Feralpi Salò-Triestina 2-0; Frosinone-Barletta 2-1; Pergocrema-Portogruaro 1-4; Piacenza-SudTirol 0-0; Prato-Trapani 1-2; Siracusa-Latina 0-0; Virtus Lanciano-Bassano Virtus 1-0, 47’ st. Pavoletti

Classifica – Siracusa (-3) 32; Trapani 31; Virtus Lanciano (-1), Portogruaro 30; Barletta 27; Pergocrema,  Carrarese (-1) 28; Spezia 27, Sudtirol, Cremonese (-6) 25; Frosinone 23; Triestina 22; Piacenza (-4) 18; Andria, Latina, Prato 17; Feralpisalò 16; Bassano 15.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *