L’Aquila, pietra d’inciampo per ricordare deportato

Una cerimonia molto sentita quella di questa mattina in Piazza Duomo dove l’artista tedesco Gunter  Demning, ideatore del progetto “Memorie d’inciampo” dedicato alle migliaia di vittime delle deportazioni e dell’olocausto nazista, ha deposto una “pietra d’inciampo” – Stolpersteine – dedicata a Giulio Della Pergola, unico deportato ad Auschwitz dall’Aquila.

Della Pergola, medaglia d’oro nella prima guerra mondiale per la quale era partito volontario, viveva e lavorava a L’Aquila dove aveva sposato Clelia, figlia di un venditore di stoffe, il cui  negozio era in Piazza Duomo, dove attualmente si trova l’istituto bancario Unicredit, davanti al quale è stata, appunto, posizionata la pietra d’inciampo.

“Sono rimasto molto colpito da questa iniziativa – ha commentato il Sindaco Cialente – che arriva una manciata di giorni prima del 27 gennaio, data in cui si celebra la Giornata della memoria, per ricordare lo sterminio del Popolo Ebreo. Mi ha colpito anche la storia di quest’uomo, originario di Firenze, eppure innamorato della nostra città e di una nostra concittadina. Ringrazio la famiglia di Della Pergola, nella persona di Alessandro Viventi, pronipote di Della Pergola per la sua testimonianza e Guido Coen, parente di Della Pergola ed assessore della comunità ebraica romana, alla quale va tutto il mio calore e la mia amicizia.”

Il progetto è stato promosso dal Museo Storico della Liberazione insieme alla Federazione delle Amicizie Ebraico Cristiane di Italia, all’ANED (Associazione Nazionale ex Deportati) all’ANEI (Associazione Nazionale ex Internati) e alla Fondazione CDEC (Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea) con il patrocinio dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e della Comunità Ebraica di Roma. Settantadue pietre d’inciampo sono state poste nei giorni scorsi da Demnig a Roma in sette diversi Municipi. In tutta Europa se necontano ben 33mila.

Alla cerimonia, oltre al Sindaco Cialente ed ad una folta rappresentanza della comunità ebraica di Roma,  erano presenti l’assessore Stefania Pezzopane e l’europarlamentare David Sassoli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *