Troppe rapine in Abruzzo le segreterie regionali Fabi – Fiba/CISL – Fisac/CGIL – Uglcredito – Uil.ca chiedono confronto con le istituzioni

“Alla luce degli ultimi avvenimenti di cronaca che hanno riguardato rapine presso sportelli bancari nella regione Abruzzo e interessato l’incolumità fisica di diversi lavoratori del settore chiedono immediata apertura di un tavolo di confronto con ABI regionale, le Prefetture e gli Organi preposti alla sicurezza per la ricerca di opportune iniziative di prevenzione anche in considerazione dell’aumentata cruenza di tali episodi”.

L’appello è stato lanciato dalle segreterie regionali Fabi – Fiba/CISL – Fisac/CGIL – Uglcredito – Uil.ca “La crisi economica e finanziaria in atto e l’aumento degli eventi criminosi sono strettamente correlati – sottolineano i sindacati -. Il rischio rapina è da considerare a tutti gli effetti un pericolo per le lavoratrici ed i lavoratori bancarie la valutazione di tale rischio deve essere a carico delle aziende di credito. Ad oggi tale valutazione non viene tenuta in debita considerazione nonostante le continue denunce, studi e convegni sul tema effettuati dalle oo.ss.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *