Peculato, concussione e truffa aggravata: patteggiano pena ex responsabili del Sert di Lanciano

Hanno patteggiato una pena di 1 anno e 10 mesi di reclusione per i reati di peculato, concussione e truffa aggravata ai danni dello Stato Clara e Vittorio Levante, i due medici della Asl Lanciano-Vasto-Chieti responsabili fino a maggio scorso del Sert di Lanciano. La sentenza è stata emessa questa mattina dal gip del tribunale di Lanciano, Massimo Canosa. Gli inquirenti hanno documentato prolungate assenze dal lavoro dei due medici, definite “economicamente apprezzabili” dall’accusa in quanto i due svolgevano altre attività di carattere professionale durante le assenze, oltre alla richiesta ai pazienti del Sert di attestazioni di stima e apprezzamento in cambio di prestazioni che invece erano loro dovute. Clara e Vittorio Levante, rispettivamente responsabile e vice responsabile del Sert di Lanciano, erano stati arrestati il 31 maggio scorso su richiesta del pm Rosaria Vecchi.

I due sono stati difesi dall’avvocato Augusto La Morgia del foro di Pescara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *