finalmente il Parco del Gran Sasso senza tralicci

Terna è l’unica società elettrica italiana sul podio delle prime tre al mondo nel settore dell’Electricity – che raggruppa 104 società monitorate – quanto a performance sulla sostenibilità. E’ questo il risultato emerso dal Sam, Sustainability Yearbook 2012, pubblicato nei giorni scorsi, che riporta i risultati delle valutazioni delle performance di sostenibilità delle maggiori imprese mondiali. Terna è tra le prime tre società al mondo inserite nella Gold Class, cioè il gruppo delle società più performanti, guidato da Energias de Portugal con un punteggio superiore solo di qualche decimo di punto rispetto a quello di Terna. 
Con questo risultato, ancora migliore rispetto alla Silver Class del 2011 ed alla Bronze Class del 2010, Terna si colloca ai vertici mondiali del settore, davanti a prestigiose società come Red Electrica de Espana, Duke Energy Corp. (Usa), E. on AG (Germania), GDF Suez S.A. (Francia).
Il primo intervento previsto nel Piano di Sostenibilità 2011 di Terna è stato realizzato in Abruzzo, nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga dove, a seguito dell’autorizzazione dell’intervento “Nuovo assetto linee elettriche a 220 kV nell’area del Vomano”, si stanno rimuovendo 102 tralicci della rete elettrica, per una lunghezza complessiva di 20 km.Si tratta, in particolare, del territorio compreso tra le province de L’Aquila e di Teramo nei comuni di Capitignano, Pizzoli, L’Aquila, Crognaleto, Fano Adriano e Pietracamela, dalla Valle del Faschiano alla Valle del Vomano, all’interno del Parco Gran Sasso-Laga.
L’impegno di Terna per l’ambiente è testimoniato anche da un importante Protocollo di Intesa tra la società e Legambiente, sottoscritto il 12 dicembre scorso da da Vittorio Cogliati Dezza, presidente di Legambiente e Flavio Cattaneo, amministratore delegato di Terna: il Protocollo servirà a mettere a punto attività di collaborazione inerenti sia il Piano di Sviluppo (PdS) di Terna sia le Fonti Energetiche Rinnovabili (FER).L’accordo, della durata di oltre due anni – dal 15 dicembre 2011 al 31 dicembre 2013 – ha l’obiettivo di garantire la massima attenzione ambientale nei piani di sviluppo della rete elettrica considerando l’integrazione territoriale delle opere programmate una priorità assoluta e di promuovere tutte le iniziative necessarie a diffondere e accrescere la cultura della Sostenibilità in campo energetico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *