Lanciano, donna trovata morta in casa. I sospetti degli inquirenti sul figlio con problemi psichici

Morte violenta. Il sospetto è forte che possa essersi trattato di un omicidio è molto forte, anche se una risposta certa sul decesso di Elba Tiberio, 93enne di Lanciano, trovata priva di vita nella sua abitazione in via Galileo Galilei, arriverà martedì prossimo, quando sarà eseguito l’autopsia. L’esame è stato disposto dal sostituto procuratore di Lanciano, Rosaria Vecchi, che conduce l’indagine. Le attenzioni sono ricadute sul figlio della donna, Carmine Antonio Salvatore, di 70 anni, con problemi psichici, che viveva con la madre. Il cadavere è stato scoperto dalla figlia intorno alle 4 di questa mattina.

In serata Salvatore è stato arrestato. Da una prima ricognizione cadaverica sono state rilevate numerose ecchimosi sul corpo della donna, compatibili con la morte violenta secondo gli inquirenti. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere e’ stata emessa dal gip del tribunale di Lanciano, Ciro Riviezzo, che ha accolto la richiesta del pm Rosaria Vecchi ritenendo sussistere “gravi indizi di colpevolezza” a carico di Salvatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *