Neve e ghiaccio imprigionano viaggiatori su treni, bus e auto: muore 34enne

La notte da incubo che molti hanno vissuto soprattutto nell’aquilano ha mietuto una vittima. Un giovane di 34 anni originario del comune di Barete è morto la scorsa notte per il maltempo. L’uomo si era addormentato dentro la propria autovettura, impossibilitato a uscire per le condizioni proibitive, e ha perso la vita a causa delle esalazioni di monossido di carbonio.

Centocinquanta persone bloccate sul treno Roma-Avezzano, fermo da ieri pomeriggio alle 17 alla stazione di Carsoli. Centinaia che hanno trascorso la notte a bordo di pullman e automobili all’interno di una galleria, rimasta bloccata a causa della caduta di una slavina all’esterno del tunnel, sull’autostrada A24, non lontano dal casello di Tagliacozzo. 800 soccorse e ospitate nelle scuole di Carsoli. E’ questo un primo sommario bilancio nelle ultime ore in Abruzzo. Il maltempo a colpito soprattutto chi era in viaggio, sorpreso dalle abbondanti nevicate, che hanno provocato cadita di alberi, interruzione di energia elettrica (come nel comune di San Valentino, in provincia di Pescara). Alla neve, con il passare delle ore si è aggiunto il ghiaccio, che ha paralizzato il traffico, tanto sulle autostrade che lungo le principali arterie. Tr gli automobilisti bloccati sulla A24, anche il presidente della Provincia di Pescara, Testa, fermo nei pressi di Carsoli. Testa stava rientrando da Roma, dove ha partecipato ad una riunione convocata dall’Ispra per il dragaggio del porto di Pescara.

Critica, nonostante un timido sole, la situazione in Valle Peligna e Alto Sangro. Per quanto riguarda la viabilità restano chiuse le autostrade A24 e A25, così come la strada statale 479 tra Anversa degli Abruzzi e Villalago che ha costretto la notte scorsa una quarantina di residenti a Villalago e Scanno a dormire a Sulmona. Ad Anversa degli Abruzzi preso d’assalto l’unico negozio di alimentari rimasto senza prodotti.

Oltre duecento persone sono state evacuate da Balzorano e Capistrello grazie all’intervento degli Alpini del 9° reggimento de L’Aquila, che da ieri sera alle 19 stanno facendo la spola con quattro cingolati da neve BV 206 per portare soccorso alla gente intrappolata dalla neve. I mezzi speciali dell’Esercito si sono mossi anche lungo la strada statale 82 e l’autostrada A24 per distribuire viveri e acqua ai passeggeri di un centinaio di veicoli rimasti bloccati dalla neve, alcuni dei quali fermi in galleria. Due persone con gravi problemi di salute sono state trasportate con urgenza presso l’ospedale di Avezzano in seguito all’intervento del personale medico del 9ø reggimento Alpini che si trova al seguito della squadra soccorso.

Chiuse nel capoluogo peligno molte strade cittadine, a partire da via Pola che questa notte è stata sbarrata con un muro di neve dai vigili del fuoco a causa dell’appesantimento di alcuni cavi dell’alta tensione, abbassatisi pericolosamente. Oltre venti gli interventi eseguiti dai pompieri che, in particolare, stanno operando su blocchi di neve pericolanti, alberi appesantiti, sgombero di aree stradali a rischio. A Pratola Peligna una ventina di volontari hanno risposto all’appello del primo cittadino Antonio De Crescentiis e pala alla mano stanno cercando di liberare le strade secondarie e in particolare i vicoli che restano le zone più disagiate. La colonnina del manto nevoso, in Valle Peligna, si è fermato al momento a circa un metro, mentre nell’Alto Sangro e nelle zone del Parco nazionale. si è arrivati in alcune zone ai due metri e mezzo.

A Vasto ha ceduto parte della balaustra protettiva dei giardini napoletani di Palazzo d’Avalos. Le colonnine in mattoni e la ringhiera in ferro sono appese sulla parte esterna del muraglione, sul lato sudorientale della storico edificio, quello più battuto dalla bufera di neve di ieri e della notte scorsa. Sul posto sono intervenuti per un immediato sopralluogo il sindaco, Luciano Lapenna e gli uomini dell’ufficio tecnico del comune di Vasto. L’area dei giardini è stata transennata e interdetta al pubblico.

E’ stato riaperto dopo le 10 l’aeroporto d’Abruzzo di Pescara, chiuso ieri a causa delle abbondanti nevicate. E’ stato cancellato il volo in partenza per Milano delle 8.55 mentre quello in partenza per Parigi delle 10 è stato spostato a oggi pomeriggio alle 15.25, essendo stato disposto che il velivolo arrivi direttamente dalla Francia. Si tratta del volo della Ryanair per Parigi Beauvais.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *