Finita la tregua: torna a nevicare

Ha ripreso a nevicare nel chietino. Dopo la mattinata di sole, nel pomeriggio la neve ha ripreso a cadere con insistenza già a quote collinari nel Lancianese, nel Vastese e nel Medio e Alto Sangro. Di nuovo in stato d’allerta uomini e mezzi della Protezione Civile per fronteggiare eventuali disagi, al momento non segnalati dai carabinieri.

Una intensa nevicata al momento interessando Pescara e tutta l’area a Nord del capoluogo adriatico, mentre nell’entroterra, così come all’Aquila, nella Marsica, nel chietino e nel teramano, i fiocchi bianchi stanno cadendo fin dal primo pomeriggio. Difficoltà anche per la circolazione lungo le autostrade A/24 e A/25 che collegano l’Abruzzo a Roma; alcuni caselli sono stati interdetti ai mezzi pesanti e non si esclude che il provvedimento possa essere esteso.

Una frana, dal fronte di 150 metri, si è abbattuta sulla provinciale 155 nel tratto compreso tra i comuni di Roio del Sangro e Monteferrante. Causato da una slavina, il distacco di terriccio e pietre ha invaso la carreggiata facendo scattare il dispositivo d’emergenza. La provinciale è stata chiusa al traffico.

Migliorata la situazione lungo la costa teatina, dove la neve è caduta copiosa ieri fino a sera.

L’Aca, Azienda consortile acquedottistica, ha programmato la chiusura dei serbatoi di Chieti, Francavilla al Mare, Cappelle sul Tavo e Spoltore, a causa del gelo delle sorgenti e delle riduzioni di portata. Questa operazione consentirà il riempimento dei serbatoi durante le ore serali in modo da garantire la normale erogazione durante il giorno. Queste le chiusure programmate: a Chieti riduzione di portata Serbatoio di Cheti Scalo dalle ore 21.00 di oggi fino alle ore 8 di domani e dalle ore 21 di domani fino alle ore 08.00 di lunedì. Acqua a intermittenza anche in alcune frazioni di Lanciano.

Il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia, a causa del maltempo, e sentito i responsabili della Protezione Civile, ha emesso questa mattina un’ordinanza con cui ha deciso di prorogare il blocco complessivo delle attività delle scuole di ogni ordine e grado, compresa quella del personale Ata e amministrativo, per i giorni di lunedì 13 e martedì 14 febbraio in città. A Pescara le scuole sono chiuse ininterrottamente dal giorno 8 febbraio. Stesso provvedimento a Teramo, a Vasto, San Giovanni Teatino e Città Sant’Angelo. Altri sindaci comunicheranno nelle prossime ore se le scuole resteranno chiuse. Il primo cittadino di Nereto, Stefano Minora, accogliendo una richiesta che gli proveniva da una parte del clero, infatti, ha sospeso le funzioni religiose nel territorio comunale. Niente messa almeno fino a quando le strade non torneranno praticabili in condizioni di sicurezza. Il provvedimento, ha spiegato, viene adottato per garantire l’incolumità dei fedeli che vogliono partecipare alle sante messe ma che rischiano incidenti per la neve e il ghiaccio.

A Chieti, il sindaco Umberto Di Primio ha scritto al presidente del Consiglio Mario Monti e al presidente della Regione Gianni Chiodi per formulare istanza di riconoscimento dello stato di calamità naturale. Gli arbitri del capoluogo teatino anziché scendere in campo con il fischietto, fermi tutti i campionati locali, domani lo faranno con una pala da neve. L’iniziativa è della sezione arbitri di Chieti, presieduta dal vicesindaco Bruno Di Paolo, che domani mattina raccoglierà in sede le segnalazioni che arriveranno organizzando delle squadre di soccorso di volontari che nel primo pomeriggio porteranno il loro aiuto a chi, in questi giorni, vive momenti di difficoltà e non riesce a uscire di casa.

Uno snowbordista ha provocato una slavina mentre scendeva fuoripista presso gli impianti sciistici di Campo Felice, nel Comune di Lucoli ed è stato travolto dalla frana di neve. I militari del soccorso alpino della Guardia di Finanza de L’Aquila hanno tratto in salvo il giovane, di cui ancora non si conoscono le generalità, e lo hanno trasportato nel vicino ospedale. Le sue condizioni non sarebbero gravi. Altre squadre del soccorso alpino stanno verificando che non ci siano altri sciatori sotto la neve. Il giovane sarà segnalato all’autorità giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *