Bucchianico, voleva uccidere il padre: arrestato dai carabinieri

Voleva uccidere il padre. E, a quanto pare, non era solo un sospetto, tanto che è stato richiesto l’intervento dei carabinieri. Che è stato provvidenziale. I fatti a Bucchianico. Ieri i militari dell’Arma sono stati allertati da un cittadino, che al telefono ha richiesto il loro intervento. Alcune autopattuglie si sono messe subito alla ricerca di un uomo, sui 50 anni, già noto alle forze dell’ordine, che girovagava in stato confusionale per le vie della cittadina. Una volta individuato l’uomo, alla vista dei carabinieri, ha cercato di darsi alla fuga. Ci è riuscito per poco, perché è stato bloccato in località Sant’Antonio, non moto lontano dall’abitazione dei genitori. La conseguente perquisizione hanno portato i carabinieri a scoprire un fucile calibro 12, da lui stesso costruito e che era nello zaino che portava a spalla, 26 cartucce un coltello a serramanico artigianale. In casa, nel corso di successivi controlli, sono state trovati gli attrezzi usati per fabbricare il fucile. Arrestato, l’uomo è stato associato nel carcere di Chieti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *