Casalbordino, arrestato per rapina, furto e lesioni personali

Fondamentale per arrestarlo è stata la collaborazione tra cittadini e i carabinieri della stazione di Casalbordino, questi ultimi da tempo impegnati sull’intero territorio di competenza per contrastare il fenomeni dei furti in appartamento. Sforzi premiati. Oggi, infatti, con le accuse di per rapina, lesioni personali, furto aggravato e tentato furto aggravato, è stato fermato Giuseppe Di Marco, 31 anni del luogo, in esecuzione dell’ordinanza del gip del tribunale di Vasto, Anna Rosa Capuozzo, su richiesta del pm Giancarlo Ciani. A illustrare l’attività criminosa dell’arrestato è stato il capitano della Compagnia dei carabinieri di Ortona,  Gianfilippo Manconi, e il comandante della stazione di Casalbordino, il luogotenente Nicola Zanni, che hanno spiegato che a seguito dell’attività investigativa, è stato possibile ricostruire come, lo scorso 27 gennaio, Di Marco aveva fermato nei pressi della villa comunale, nel centro di Casalbordino, un 37enne a bordo di un’auto che dopo averlo preso a pugni e minacciato si faceva consegnare 40 euro. La vittima è stata medicata al pronto soccorso dell’ospedale di Vasto. Ulteriori riscontri hanno permesso di accertare che Di Marco si era reso protagonista di un furto di un ciclomotore con il quale aveva tentato di rapinare un bar e ai danni di un’abitazione dove veniva messo in fuga dai proprietari. Le indagini non sono concluse: i carabinieri stanno cercando di scoprire se l’arrestato sia stato protagonista di altri eventi criminosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *