Lanciano domani indossa la toga per difendere gli avvocati e il suo Tribunale

Gli avvocati abruzzesi aderenti alle Camere penali, si ritroveranno domani alle ore 10, presso il Palazzo degli Studi di Lanciano, per un incontro-dibattito, sul tema: “Le Camere Penali d’Abruzzo a confronto con la politica per ragionare sullo statuto dell’Avvocatura”. All’appuntamento interverranno il Sindaco di Lanciano Mario Pupillo, il Presidente della Provincia di Chieti Enrico Di Giuseppantonio, i Presidenti delle Camere Penali, i Presidenti degli Ordini Forensi abruzzesi, l’Avv. Silvana Vassalli, componente dell’Organismo Unitario dell’Avvocatura (O.U.A.), il Sen. Fabrizio Di Stefano (Pdl), il Sen. Giovanni Legnini (Pd), l’On. Lanfranco Tenaglia (Pd), l’On. Daniele Toto (Fli). I lavori saranno introdotti dall’Avv. Mario Di Iullo (Tesoriere della Camera Penale di Lanciano). L’incontro-dibattito avrà una valenza formativa di 5 crediti.

Sempre domani, con inizio alle ore 15,30, presso la sala convegni ‘Gennaro Paone’ della Banca Popolare di Lanciano e Sulmona, in viale Cappuccini, si terrà il  convegno a valenza formativa organizzato dal Rotary Club in collaborazione con l’Ordine Forense di Lanciano, sulla revisione delle circoscrizioni giudiziarie e il ruolo del Tribunale di Lanciano. Nel corso dei lavori (di cui si allega il programma) il sindaco Mario Pupillo illustrerà la proposta avanzata dal Comune al Ministero per salvaguardare l’esistenza del Palazzo di giustizia frentano, attraverso una soluzione operativa che prevede l’utilizzo del Palazzo degli Studi, in corso Trento e Trieste. Interverranno, tra gli altri, il Presidente Ciro Riviezzo, Marcello Ferrante, Dirigente del Ministero della Giustizia, Sandro Sala, Presidente del Consiglio dell’Ordine Forense e Sandro Rinaldi, presidente  Rotary. Ai partecipanti, che avranno diritto all’acquisizione di 5 crediti formativi, sarà fatto omaggio di una pubblicazione realizzata dal Rotary di Lanciano sulla storia del Tribunale, curata dallo storico Giacomo De Crecchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *