Stupro a Pizzoli, arrestato il militare

Francesco Tuccia, il 21enne militare della Provincia di Avellino, il principale sospettato per lo stupro di due settimane fa della giovane studentessa laziale in una discoteca dell’Aquilano è stato arrestato. Il provvedimento della magistratura è stato eseguito dai carabinieri. Il militare si trova ora nella caserma Campomizzi de L’Aquila. La svolta si è avuta in seguito ai rilievi eseguiti dai Ris di Roma, insieme ad altri riscontri testimoniali. Le accuse per le quali è scattato l’arresto sono di tentato omicidio e violenza sessuale. La prima contestazione scaturisce dal fatto che il giovane militare non ha soccorso la giovane dopo che la stessa era svenuta in mezzo alla neve con una grave emorragia e con una temperatura di almeno dieci gradi sotto lo zero. Secondo la ricostruzione fatta dalla procura, avvalorata dal giudice per le indagini preliminari, Giuseppe Romano Gargarella, che ha firmato l’udienza di custodia cautelare in carcere, se la giovane non fosse stata soccorsa dal gestore del locale e dagli addetti alla sicurezza che casualmente sono passati in quello spazio esterno al locale, la studentessa laziale che frequenta l’Università de L’Aquila, sarebbe morta per ipotermia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *