Le Fiamme Gialle scoprono frode e imposte non pagate per 7,5 milioni di euro da società teatina

La Guardia di Finanza di Chieti, dopo circa un anno di attività ha ricostruito ed accertato una frode alle imposte sui redditi, all’Irap e all’Iva per un imponibile pari a 7,5 milioni di euro circa, sottratto a tassazione. Il soggetto economico, una società teatina che operava nel campo della vendita di autoveicoli nuovi ed usati, e’ risultato essere un evasore totale. L’esito dell’attività di verifica è stato inviato all’Agenzia delle Entrate, direzione provinciale di Chieti per il successivo recupero delle somme sottratte all’imposizione fiscale, come previsto dalla normativa di coordinamento tra gli uffici dell’amministrazione finanziaria. Il legale rappresentante della società è stato denunciato per la violazione di norme tributarie. Gli investigatori hanno inoltrato la proposta di sequestro preventivo dei beni mobili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *