Onda anomala di donne a Pescara nasce l’associazione arcilesbica lilith

Nasce l’Arcilesbica ‘Lilith’ a Pescara. Le donne lesbiche abruzzesi hanno deciso di dar voce alla loro lotta sociale, organizzandosi sotto il segno dell’associazione LGBTQ: Arcilesbica. Prende così il via la compagine politica delle attiviste nella più grande città abruzzese e avrà la sua sede operativa presso l’ufficio consiliare dei Verdi alla Regione Abruzzo di Pescara, messo a disposizione dal Capogruppo regionale Walter Caporale. L’Abruzzo negli ultimi anni in termini di associazionismo ed organizzazioni LGBT sta dimostrando una non comune vitalità, infatti non si hanno dati precedenti di una crescita in tal senso così copiosa e ben organizzata sotto forma di associazioni di genere né in Abruzzo e né tanto meno in altre regioni italiane. Ciò significa che la vita queer in questi luoghi è oltremodo attiva e trova ogni giorno sempre più nuove forme di espressione politica e sociale. La nascita dell’Arcilesbica Lilith a Pescara sancisce questo dato così importante che sta a significare una reale propensione della popolazione abruzzese verso le tematiche dei diritti civili ed umani.

L’onda anomala delle donne lesbiche pescaresi invaderà la città il giorno 2 marzo 2012, con una conferenza, nelle stanze della sala stampa presso il palazzo della Regione Abruzzo in Piazza Unione N° 1, alla presenza di alcune delle fondatrici e referenti di Arcilesbica Lilith, di una rappresentanza della segreteria di Arcilesbica nazionale e del Capo Gruppo della Costituente Verdi-Ecologisti: Walter Caporale.

Il giorno 3 marzo invece, le agguerrite donne di Arcilesbica Lilith, terranno i festeggiamenti inaugurativi al Caffè 602 a Pescara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *