Lanciano, per sei anni maltratta la moglie: arrestato

Un uomo di Lanciano, E.D.C., 37 anni, è stato raggiunto da un provvedimento di misura cautelare in carcere per maltrattamenti in famiglia, in particolare della moglie S.D.C. L’uomo avrebbe usato violenza nei confronti della coniuge dal 2006 al 24 febbraio scorso. Un lungo periodo, ricostruito dalle indagini svolte dalla Sezione di Polizia Giudiziaria Carabinieri della Procura, che ha raccolto la denuncia-querela sporta dalla donna, racconto riscontrato attraverso la testimonianza di diverse persone, che hanno messo in luce come la moglie, in ben 6 anni, ha subito dal marito continue vessazioni fisiche e psicologiche, venendo aggredita di continuo sia verbalmente che fisicamente, nonché minacciata di morte e di uccisione anche dei loro figli nel caso avesse chiesto la separazione. In diverse occasioni lungo quello che sembra un vero e proprio calvario, la donna avrebbe riportato lesioni personali, molte delle quali non sono state refertate per paura della stessa di subire ulteriori ritorsioni e violenze dal marito.

Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lanciano, Dott. Massimo Canosa, su richiesta avanzata dal P.M. Dott.ssa Rosaria Vecchi, ha emesso misura cautelare in carcere, sebbene l’indagato è persona incensurata, in quanto: i fatti per cui si procede sono di estrema gravità e si sono dispiegati per un ampio periodo di tempo (ben 6 anni); la formale incensuratezza dell’indagato è nettamente superata dal fatto che il reato per cui si procede persiste da lungo tempo, il che implica una prognosi fortemente negativa sui futuri comportamenti dello stesso; l’applicazione di una misura cautelare meno afflittiva sarebbe stata del tutto inidonea a fronteggiare il pericolo di reiterazione di nuove violenze ai danni della denunciante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *