La Guardia di Finanza ricostruisce i bilanci della Sasi

I bilanci relativi al 2008, 2009 e 2010 della Società Abruzzese per il Servizio Idrico Integrato sono finiti sotto la lente d’ingrandimento della Guardia di Finanza, che da oltre due settimane è nella sede della Sasi, nella zona industriale di Lanciano. Nulla è trapelato finora sull’esito dei controlli da parte della Fiamme gialle, scaturiti, a quanto pare, dall’impugnazione di alcuni comuni soci della società che gestisce acquedotti, depurazione e fognature per i 92 Comuni della Provincia di Chieti, con circa 150 mila utenti, ricompresi nel territorio dell’A.T.O. 6 Chietino.

Come si ricorderà, il bilancio 2008 fu impugnato da 10 comuni, tra cui Lanciano e Scerni, 11 nel 2009, sempre con Lanciano e Scerni e 9 nel 2010. Che qualcosa non andasse nei documenti contabili di quegli anni, per la verità era emerso qualche mese fa durante un’assemblea sindacale. A gettare ombre era stato nel suo intervento anche il presidente del consiglio d’amministrazione, Domenico Scutti. La Finanza che sta controllando minuziosamente tutte le carte,  avrebbe ascoltato alcuni ex e attuali componenti del cda della Sasi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *