Amianto, la Finanza sequestra capannoni industriali nell’ortonese

Un’area di seimila metri quadri occupata da strutture di prefabbricati industriali coperti da fogli di amianto, abbandonati e adibiti a discarica di rifiuti anche pericolosi, è stata posta sotto sequestro preventivo dalla Guardia di Finanza della Tenenza di Ortona nella zona portuale, in contrada Saraceni, poco distante dai lidi di balneazione. Sono in corso indagini per appurare l’eventuale inquinamento dei terreni interessati dallo stoccaggio dei rifiuti e delle acque del piccolo torrente che attraversa l’area antistante e sfocia in prossimità dei lidi. Ulteriori accertamenti sono stati disposti per valutare la pericolosità delle particelle volatili eventualmente immesse in atmosfera dall’eternit, visto il cattivo stato di conservazione dovuto alla lunga esposizione agli agenti atmosferici. Il proprietario dell’area è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Chieti per violazioni al decreto legislativo 152/2006 relativo a«Norme in materia ambientale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *