Migliaia ai funerali di “Mancio” a Manfredonia. Il Pescara al completo

Più di mille persone hanno  partecipato ai funerali di Franco Mancini,il preparatore dei portieri del Pescara e già  estremo difensore di numerose squadra di serie A, morto improvvisamente venerdì scorso nella propria abitazione nel capoluogo abruzzese.La salma e’ partita da corso Manfredi dove Mancini viveva con la moglie Chiara e i suoi due figli. La cerimonia funebre nella Cattedrale di Manfredonia  é stata officiata dal Vescovo monsignor Michele Castoro alla presenza di tanti amici, parenti, curiosi, colleghi che hanno sempre apprezzato le doti umane e professionali di “Mancio”, così come veniva affettuosamente chiamato. In prima fila, Zdeneck Zeman, l’allenatore del pescara, il suo “secondo” padre che lo lanciò alla ribalta del calcio nazionale e poi da trainer l’ha chiamato nella sua esperienza in biancazzurro. Tutta la squadra del Pescara, dirigenti, dipendenti e staff sanitario del sodalizio pescarese. Momenti di altissima commozione che ha toccato profondamente anche i tanti che hanno seguito la funzione, fuori dalla Cattedrale su un maxi schermo. Le parole del Vescovo: ” Si rimane turbati quando muore un ragazzo cosi’ giovane e per giunta un atleta. Questo deve essere un monito per tutti i giovani affinche’ vivano in modo corretto”, hanno reso ancora più grande l’emozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *