200 uomini delle forze dell’ordine impegnate nell’operazione anticrimine nei i quartieri di Fontanelle, Rancitelli e San Donato

Duecento tra poliziotti della Questura, della Sezione di Polizia Stradale, del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo, dell’Ufficio Polizia di Frontiera Aerea e Marittima, del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni, dell’11^ Reparto Volo, della Sottosezione Polizia Ferroviaria e del  Reparto Mobile di Senigallia, con il supporto della Polizia Municipale, impegnate.

Questo i dati dei controlli che negli ultimi due giorni sono stati operati dalle forze dell’ordine nell’ambito di una operazione anticrimine condotta nel capoluogo adriatico. Il servizio di controllo del territorio, polizia giudiziaria e di ordine e sicurezza pubblica, voluto dal Questore di Pescara, Paolo Passamonti, ha interessato, nelle giornate di mercoledì e giovedì scorso, i quartieri “più caldi” della città. Nei mirino, i quartieri di Fontanelle, Rancitelli e San Donato. 582 le persone identificate e 290  i veicoli controllati.

Si è trattato di un’operazione straordinaria di prevenzione e che ha mirato al rafforzamento delle misure generali di vigilanza e controllo del territorio attraverso l’individuazione, la rilevazione e la conseguente repressione di eventuali illegalità riscontrate.

Grazie anche all’ausilio di unità cinofile antidroga della Polizia di Stato  sono state eseguite 9 perquisizioni domiciliari finalizzate al contrasto del traffico di stupefacenti, nonché 11 perquisizioni personali. Per detenzione ai fini di spaccio di  sostanza stupefacente del tipo metadone (ml20)  è stato arrestato Pasqualino Dommi, nato il 6.01.1969 a Manoppello (PE), e  residente nel centro  del pescarese. Per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina (gr. 103,4) è stato arrestato Shpetim HPXHA, nato il 10.05.1991, albanese di Durazzo.

In esecuzione del decreto ex art.51 ter O.P. nr. 2012/1246 con il  quale il Magistrato di sorveglianza sospendeva l’affidamento in prova al servizio sociale e disponeva l’accompagnamento presso un istituto di pena (Casa Circondariale di Pescara), veniva tratto in arresto Gino Spinelli, nato il 31.03.1973 a Pescara.

Nel corso dell’operazione sono stati effettuati nr. 40 posti di controllo, elevate nr. 44 sanzioni amministrative di cui 34 per infrazioni al codice della strada e  controllati alcuni pubblici esercizi insistenti nelle suindicate aree. Un paio di locali sono stati sanzionati amministrativamente per violazione della normativa disciplinante le licenze. Sono stati emessi 6 provvedimenti di fogli di via obbligatori dal Comune di Pescara  nei confronti di altrettante persone controllate. Sono state, inoltre, sottoposte a controllo 33 persone in regime di arresti domiciliari, affidamento in prova, libertà vigilata, sorveglianza speciale.  Una persona P.G., di anni 51, è stata indagata per violazione delle prescrizioni imposte dalla misura della sorveglianza speciale, mentre S.F., di anni 29, è stato indagato per evasione.

Due persone, G.M. di anni 22 e S.S. di anni 27, sono stati indagati per violazione normativa sugli stupefacenti (trovati in possesso di gr.3,2 di cocaina).

Una persona  DG.R. , di anni 52, è stata indagata per guida in stato di ebbrezza

Tre donne sono state denunciate rispettivamente per furto di  corrente e di acqua potabile  ed occupazione abusiva di alloggio Ater.

Un uomo è stato denunciato in quanto contravventore al foglio di via obbligatorio, mentre un altro per guida con patente sospesa o revocata. Due persone DS.A di anni 25 e C.S.m. di anni 39, sono state segnalate alla Prefettura per uso personale di stupefacenti in quanto, a seguito di perquisizione,  sono state trovate in possesso di gr.4 di marijuana.

I controlli in alcuni appartamenti di via Caduti per Servizio, via Tavo, via Basento, via Lago di Capestrano, hanno fatto scoprire che 3 di questi erano occupati  abusivamente da intere famiglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *