CREDITO: firmato in Regione protocollo tra PMI AbruzzoMolise, Assoartigiani e FINAPI intesa su formazione, accesso al credito e internazionalizzazione

Le associazioni Assoartigiani e PMI Abruzzomolise e il Confidi FINAPI, questa mattina, a Pescara, in Regione, alla presenza del vice presidente ed assessore allo Sviluppo Economico, Alfredo Castiglione, hanno sottoscritto un protocollo operativo. La finalità principale è quella di costituire un Comitato che avrà il compito di tracciare strategie comuni riguardo a settori come formazione, internazionalizzazione e credito. A sottoscrivere il protocollo sono stati Domenico Cocco, presidente di Assoartigiani Chieti-Pescara, Tommaso Gubbiotti, presidente di PMI Abruzzomolise e Roberto Vione, presidente di FINAPI Chieti-Pescara. “E’ necessario unire le forze per dare qualcosa in più ai nostri iscritti sia in termini di assistenza che di servizi – ha esordito Domenico Cocco – inoltre, riteniamo fondamentale il rapporto con il sistema bancario. Per di più, anche le piccole e medie imprese devono attrezzarsi al meglio per l’internazionalizzazione ma, a tal proposito, è necessario acquisire tecnologie produttive che favoriscano la competitività sui mercati. Per questo, un punto fermo per tutti gli artigiani è la formazione e noi ci abbiamo pensato per tempo mettendo a punto vari percorsi formativi a seconda delle esigenze”. Tommaso Gubbiotti, presidente di PMI Abruzzomolise, organizzazione che raggruppa circa 200 aziende, ha rimarcato l’importanza per le piccole e microimprese di viaggiare insieme per cogliere obiettivi comuni ed essere più forti. “E’ impensabile che si possano risolvere tutti i problemi con accordi come questo di oggi – ha precisato il presidente di PMI Abruzzomolise – tuttavia, se non si impara ad operare in sinergia con i partner, non si va da nessuna parte. Ritengo, pertanto, che in questo modo sia più facile far sentire la nostra voce rispetto a problematiche gravi come la difficoltà di accedere al credito e l’assenza di una formazione adeguata e continua che coinvolga imprenditori e forza lavoro. E’ nostra intenzione – ha ripreso Gubbiotti – lavorare in sintonia con le Istituzioni e con le forze sindacali ma il presupposto imprescindibile è ascoltare quello che gli imprenditori hanno da dire, soprattutto quelli che rappresentano piccole realtà. La crisi è pesante come, purtroppo, testimoniano quotidianamente i casi di suicidio di diversi imprenditori e questo anche a causa dei crediti che non si riescono a riscuotere. Pertanto, vorremmo che, al di là delle nude cifre, questa situazione venisse considerata come un problema sociale perché dietro imprenditori ed operai ci sono tante famiglie che soffrono”. Intanto, all’interno di PMI Abruzzomolise, è nato PMI Solution, un tavolo di tecnici chiamato proprio ad affrontare situazioni di criticità su varie tematiche. Roberto Vione. Infine, ha ribadito il ruolo di FINAPI di colonna del credito all’interno di questa unione. “Il sistema creditizio non sta supportando le aziende come dovrebbe – ha sostenuto – molte realtà imprenditoriali vivono in apnea ed allora il nostro compito è proprio quello di fornire alle imprese contratti a condizioni migliori, soprattutto in termini di garanzie. Il neonato Comitato avrà la funzione di programmare attività, servizi, comunicazioni ed eventi che le parti aderenti effettueranno in sinergia ed unione tra di loro e di studiare ed elaborare le linee guida per portare alla costituzione di un’unica associazione di categoria che scaturisca proprio dalla fusione delle sopracitate associazioni. Inoltre, il Comitato traccerà anche le linee guida per individuare la FINAPI Chieti-Pescara come consorzio di garanzia fidi di riferimento della costituenda associazione. Infine, lo stesso avrà il compito di redigere un documento, da sottoporre all’approvazione dei singoli aderenti, che consenta alle singole associazioni di rappresentare negli incontri ufficiali, durante la fase transitoria, gli iscritti di tutte le associazioni aderenti. L’obiettivo principale di Assoartigiani, PMI Abruzzomolise e di FINAPI è, sostanzialmente, quello di fare massa critica, di condividere progetti ed attuare scelte strategiche che vadano nella stessa direzione aiutando, al tempo stesso, la politica ad evitare la polverizzazione di risorse ed interventi. Le tre organizzazioni, che sono espressione associativa di imprese artigiane, industriali, commerciali e di servizi operanti sul territorio abruzzese e molisano, ritengono, che innovazione e aggregazione tra imprese rappresentino il presupposto imprescindibile per una crescita di competitività. Al tempo stesso, auspicano politiche che favoriscano l’accesso al credito delle piccole e medie realtà produttive. Inoltre, attraverso l’integrazione dei servizi delle rispettive strutture, Assoartigiani, PMI Abruzzomolise e FINAPI puntano su un assetto organizzativo più snello e razionale che, da un lato, consenta loro di migliorare gli aspetti legati alla formazione, alla comunicazione interna ed esterna ed allo sviluppo delle reti di impresa e, dall’altro, le sostenga al meglio nella difficile sfida dell’internazionalizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *