Chieti, insorge la RSU del Comune “Meriteremmo elogi e non accuse generiche”

Monta l’onda lunga che minaccia la navicella guidata dal Sindaco Di Primio. I venti di fortunale non tendono minimamente a placarsi e spirano sempre più possenti, tanto che qualcuno, più pessimista o più realista, già prevede l’arrivo di un vero e proprio uragano  che rischierebbe di spazzar via l’attuale giunta e chissà magari anche l’attuale maggioranza. Il bollettino odierno, intanto, registra la piccata risposta della RSU del Comune di Chieti a quanto affermato nei giorni scorsi dal Vice Sindaco, nonché Assessore al Personale, Bruno Di Paolo. Il coordinatore Claudio Micomonaco parte al contrattacco, rispondendo, in ragione delle accuse rivolte agli impiegati dell’Ente, che “in due anni di attività l’Assessore al personale non ha affrontato, e ancor più risolto le innumerevoli criticità della pianta organica” e ricordando che “il personale comunale sotto organico di 150 unità è riuscito ad assicurare fino ad oggi tutti i servizi di competenza dell’ente con spirito di sacrificio, abnegazione, e attaccamento al Comune e quindi a tutta la collettività”. Il rappresentante sindacale continua poi, citando ad esempio la dedizione e lo spirito civico mostrati dal Corpo di Polizia municipale, dai Funzionari e dagli Operai della struttura comunale durante le copiose precipitazioni nevose di febbraio. Per queste ragioni Micomonaco afferma  deluso che “il personale comunale … pensando al bene della Città e al miglior modo di svolgere i servizi di competenza, … meriterebbe degli elogi e non delle critiche generiche” e chiede urgentemente un incontro chiarificatore con il Vice Sindaco Di Paolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *